Riso per Sushi ed Onigiri – Sushi Rice and Onigiri


Bentornati! Eccoci alla seconda puntata dedicata al Bento! Lo so che il titolo non lo dice ma è semplicissimo capire il perchè: in Giappone l’alimento più importante di tutti è il riso! Saper fare un buon riso è la base di qualunque pasto tipico giapponese e, onestamente, mi ha fatto riapprezzare un alimento che per me aveva senso solo in un risotto!

Il riso è l’equivalente del pane che accompagna i nostri pasti, nel sushi è il naturale supporto di sapore a pesci, verdure e condimenti vari. Chiunque abbia poi passato gli anni 80 e 90 a guardare come me i cartoni animati del sol levante, ha sempre desiderato assaggiare le famosissime polpette di riso! Quelle polpette si chiamano Onigiri (onighiri) e sono simili al nostro panino: uno snack ripieno che può fare sia da merenda che da supporto per un pasto.

La tecnica per fare gli onigiri, come quella per fare il sushi, non può prescindere dall’imparare come fare un buon riso nello stile tipico orientale! Questo riso si chiama Gohan! Nella mia ricetta di oggi vi illustro entrambe le maniere di fare gli onigiri, tenendo presente che in occidente non siamo abituati a mangiare un riso senza condimento!

La caratteristica migliore di questa preparazione? Ci vogliono pochissimi ingredienti e quasi nessun utensile!

Le possiamo fare della forma che vogliamo e ripieno che vogliamo! Meglio di così…
We can shape and fill how we like the most! Better than this…

Ingredienti per 6 polpette:

  • 350 ml di riso basmati, per sushi o originario (costano tutti in maniera differente e son tutti perfetti. L’originario è sicuramente il più economico ed ha risultati eccellenti)
  • 420 ml di acqua
  • 1 foglio di alga nori – € 12.50 per 50 fogli
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 70 ml di aceto di vino

Il riso gohan e quello per sushi hanno necessità di una preparazione importantissima. La primissima parte è la lavatura, al fine di togliere l’amido dai chicchi. L’operazione è davvero lunga però potete anche farla per una quantità di riso maggiore della necessaria e conservare il riso che non userete in una scatola ermetica.

Noterete che ho messo i ml come unità di misura del riso: lo mettiamo in un misurino e lo riempiamo fino alla misura desiderata. Ogni riso pesa in maniera differente (anche se la differenza è minima) e dobbiamo usare una quantità di acqua molto accurata per prepararlo nella maniera migliore. L’acqua deve essere del 20% maggiore rispetto al riso per cuocerlo a dovere!

Ma torniamo alla lavatura. Mettiamo il riso in un insalatiere e muniamoci di un colino a maglie molto fini. Riepiamo l’insaltiere di acqua fredda e risciacquiamo il riso molte volte, scolando l’acqua e riempiendo ogni volta che diventa opaca. L’acqua deve diventare quasi totalmente trasparente per avere il riso perfetto per la cottura. Visto che il tempo necessario per questa operazione è molto lungo è preferibile lavarne in gran quantità in maniera da risparmiare tempo la volta successiva che lo vorremo usare. Scoliamo per l’ultima volta e lo lasciamo tutto nel colino, sospeso sull’insalatiere per almeno 30 minuti ad asciugare. Il riso diventerà di un bianco lucente molto bello da vedere! Prendiamo una casseruola antiaderente, assicuriamoci di avere un coperchio adatto per chiudere quasi ermeticamente la pentola (se avete quelli con un piccolissimo sfiato superiore è perfetto). Mettiamo all’interno il riso e l’acqua nella misura adatta. Usiamo il fornello più piccolo e lo mettiamo al massimo del fuoco. Quando l’acqua bolle lo abbassiamo al minimo e facciamo cuocere per 10 minuti. Non vi preoccupate se esce un poco di acqua per via del bollore, è normale. Quando passano i 10 minuti mettiamo il fuoco al massimo per 60 secondi, dopodichè spegnamo il fuoco e lasciamo riposare per ulteriori 10 minuti.

Approfittiamo di questo tempo per preparare il condimento per il riso. Mischiamo insieme zucchero, sale ed aceto (normalmente aceto di riso, ma è possibile anche l’aceto di vino moderando la quantità) e li mescoliamo fino a scioglimento. Possiamo anche preparare il ripieno degli onigiri: in realtà possiamo riempirlo di quello che vogliamo con solo l’accorgimento di usare un ripieno asciutto per non far sfaldare la polpetta.

Dopo 10 minuti versiamo il riso, aiutandoci con una spatola di silicone, in un insalatiere in vetro. Versiamo sulla spatola, distribuendolo sul riso, l’aceto condito e mischiamo il riso per bene ma con delicatezza. Cerchiamo di spargere bene il condimento anche per farlo asciugare con il calore del riso. Come potete notare il riso è estremamente appicicoso: perfetto per le nostre preparazioni! Ora prendiamo un foglio di pellicola trasparente e lo stendiamo sul tavolo (circa 20 cm di dimensione). Ci bagnamo le mani con dell’acqua e prendiamo riso quanto ce ne sta nella mano. Lo facciamo a palla premendolo un poco e lo poggiamo al centro della pellicola. Premiamo al centro per far spazio al ripieno che metteremo nella quantità di un cucchiaino. Mettiamo un pò di riso a coprire il ripieno e poi chiudiamo la pellicola sulla palla di riso e cominciamo a lavorarla con le mani modellandola: con una mano teniamo la polpetta e con l’altra usiamo palmo e dita per dare la forma triangolare (ci sono molti tutorial che fanno vedere in video come fare come questo che è idiotissimo ma è perfetto http://www.youtube.com/watch?v=12P_LgDctXg&feature=fvwrel).

Ritagliamo l’alga nori in strisce e la mettiamo su un lato perpendicolare (ma in realtà la potete mettere come più vi piace).

Questa maniera è quella che piace a me ma in giappone l’onigiri non viene condito come il riso per sushi! Il riso infatti viene usato senza il condimento di aceto ed il sapore lo danno spargendo sale sulle mani al momento di lavorarle a pallina! Quindi la scelta è nostra!

Uno snack sostanzioso, con un sapore ottimo e davvero naturale! Per non parlare del fatto che lo si può congelare chiuso in cellophan per riscaldare quando preferiamo!!
Buonissimo!!!

QUANTO MI COSTA? Il costo per porzione di oggi varia tantissimo dagli ingredienti scelti. Può variare da € 0.15 a circa €0.40.

English incoming

4 thoughts on “Riso per Sushi ed Onigiri – Sushi Rice and Onigiri

  1. Pingback: Sushi!! « Marito alla Parmigiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...