Pantofola di Wellington


Buongiorno a tutti!!

Ieri è stata una giornata intensa, festa dei nipotini e relative torte salate da cucinare per i bimbi (e gli adulti naturalmente). Proprio da questa corsa contro il tempo ho cucinato un piatto che potesse avere una preparazione abbastanza breve però rimanesse succulento!

Non so quanti di voi conoscano il Filetto alla Wellington: è un filetto ricoperto di funghi e pasta sfoglia con vari ingredienti che ne arricchiscono il sapore. E’ un piatto assolutamente lussuoso che costa una fortuna: pensate che a Cagliari, la zona dove vivo, il filetto costa € 30.00 al kg!!! Di certo non un piatto povero! Il nome deriva dalla somiglianza della pietanza con gli stivali da cavallerizzo che il Duca, di Wellington appunto,  amava indossare. Poichè ovviamente la mia ricetta è una pallida imitazione più povera per costo, non vorrei scomodare gli stivali del Duca, per tale motivo, e per la sua grande accessibilità di costi e prodotti, ha preso il nome di Pantofola!

Ingredienti per 2 persone (in questo caso suggerisco di fare uno sformato ogni 2 commensali anche se in realtà potreste farlo anche per un numero maggiore): 2 hamburgers già speziati, funghi a piacere misti (gli champignon sono ottimi ed economici), pasta brisè (l’ho comprata congelata e ne ho usato solo mezza dose), burro, olio, 3 fette di prosciutto crudo, rosso d’uovo.

La prima cosa da fare è prendere gli hamburger e farli nuovamente a carne macinata rimischiandoli insieme. Ovviamente chi ama il polpettone può anche farlo autonomamente da zero, io ho usato ingredienti che avevo in congelatore. In una padella scaldare burro con un goccio di olio e far rosolare da tutti i lati il polpettone. Una volta che si è formata una bella crosticina mettete da parte e, per chi piace, spalmare con senape il tutto.

Da parte prendete del cellophan per alimenti e stendetevi sopra, affiancate come a formare una superficie unica, le fette di prosciutto. Nel mixer frullate i funghi dopo averli puliti e fateli saltare in padella. Normalmente i funghi hanno grosse quantità di acqua: il passaggio in padella serve a farla evaporare! Stendete uno strato di funghi sopra il prosciutto e adagiatevi il polpettone. Involgete il tutto nella plastica “a caramella” e lasciate riposare 20 minuti in frigo. Nel mentre preparate un quadrato di pasta brisè, adagiatevi sopra l’involto (ovviamente senza cellophan) e chiudete il tutto. Per aiutarvi nella chiusura spennellate i lati del quadrato con il roso d’uovo per farle attaccare meglio. Dopo aver richiuso spennellate con il rosso d’uovo la superficie, fate dei tagli obliqui lungo la parte superiore ed infornate per 40 minuti a 180 gradi.

Noterete la cottura alla perfezione dal colore della pasta.

Fate riposare 5 minuti prima di tagliarlo e poi fatelo a fette spesse 3/4 cm.

Un piatto direttamente dall’alta cucina per noi senza soldi!!

E, credetemi, Buonissimo Appetito!!

One thought on “Pantofola di Wellington

  1. buono….io cosi faccio l’arista…il polpettone mai,…devo provare!cmq anche se come hai accennato tu l’originale è con la pasta sfoglia…anche io preferisco la pasta brise…..sopratutto perche la brise si taglia bene e rimane bella compatta…con la sfoglia è un’impresa tagliarla e fare un bel vassoio di presentazione!!bravo mauro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...