Follie in Cucina – Risotto ai Sapori Antichi


Buongiorno!!

Oggi la mogliettina è a pranzo con le amiche e di conseguenza non devo cucinare qualcosa che la soddisfi particolarmente. Cosa significa? Ma è ovvio! Oggi si sperimenta all’insegna della follia totale!!

Non c’è nulla da fare, periodicamente chi cucina sente il bisogno di provare la propria creatività e gli accostamenti tra cibi, anche quelli meno combinati! Poichè avevo ancora un pò di ricotta vaccina, chi mi segue sa che ne avevo una carriola piena, e non avevo uova, volevo trovare una combinazione per usarla come salsa. Poi avevo anche del Cuore di Brodo della Knorr. Non sono mai stato fanatico del prodotto perchè penso che alla fine sia il normalissimo brodo, ristretto e gelificato: una cosa che potremmo fare anche noi a casa. Nonostante la mia opinione sia la stessa, devo dire che il prodotto è notevole: un bel sapore ed un colore limpido del brodo possono essere un interessante risoluzione per chi vuole un brodo di qualità senza avere il tempo di cucinarlo personalmente.

Veniamo al nome! Il mio amico Marco lo ha suggerito per un motivo da un lato banale, dall’altro affascinante: la ricetta è corredata di tanti ingredienti che fan parte della tradizione italiana e riportano alle ricette dell’infanzia; il loro accostamento però è cosa rara e ispira un tuffarsi nel passato dei piatti antichi.

E’ un esperimento e pertanto ha bisogno di esser ritoccato per avere un sapore appropriato, ma devo dire che è un piatto sorprendente!

Sembra un dolce, ma non lo è!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 tazzine da caffè di riso carnaroli
  • 125 gr di tonno all’olio di oliva sgocciolato
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 2 noci di burro
  • 16 noccioline
  • 150 gr di ricotta vaccina
  • 5 cl di vino rosso corposo (io ho usato il Sardus Pater)
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 scalogno
  • 1 bustina di zafferano
  • 10 cl di vino bianco secco
  • pepe nero
  • 1 Cuore di Brodo Knorr in 1 lt di acqua

La ricetta è un risotto classico, con il classico procedimento che lo contraddistingue. Nella classicità ho provato ad introdurre qualche elemento nuovo, rischioso, tremendamente interessante!

Ho tritato finemente lo scalogno e l’ho unito al tonno scolato e spezzettato con una forchetta. In una padella a bordi alti ho preparato l’olio di semi e una noce di burro. Ho messo tonno e scalogno in padella e, non appena hanno iniziato a sfigolare, ho aggiunto un terzo di bicchiere d’acqua. Guardando Cuochi e Fiamme lo chef conduttore diceva che lo scalogno, per esprimere bene il suo sapore deve esser stufato e non soffritto, poichè questa cottura è troppo violenta per la fibra fine dell’ortaggio. Ho aggiunto il riso ed il vino bianco e cotto a fuoco molto alto fino a completa evaporazione. Ho sgusciato e tritato le noccioline e unite al riso quando il vino è evaporato. L’ho fatto tostare per 2 minuti mischiando per bene e poi ho aggiunto il brodo bollente coprendo a filo.

Mentre il riso cuoceva ho messo la ricotta in una ciocola e mischiata fino a renderla cremosa e senza grumi. Ho aggiunto il vino e mischiato fino ad amalgama prendendo un colore lievemente rosato. Ho aggiunto una grattata di pepe nero e messo da parte.

Nel mentre il riso ha cotto per 14 minuti, rimpinguando l’acqua quando necessario. Ho smesso di aggiungere brodo a circa 3 minuti dal termine della cottura del riso per renderlo cremoso ed in quel momento ho aggiunto lo zafferano. Al termine della cottura ho aggiunto il restante burro e il parmigiano e mantecato a fuoco spento. Ho lasciato il riso a riposare qualche minuto e poi ho impiattato. Sul riso ho usato la ricotta al vino come topping e decorato con 2 nocciole.

Impressioni? E’ un piatto molto saporito che ha più livelli di sapore. Quando si scopre il sapore del risotto con la crema di ricotta il contrasto caldo fresco è piacevole ed avvolgente, così come il profumo del vino rosso che invade le narici, poi il tonno e lo zafferano prendono il sopravvento e culminano con le nocciole che da ultime si rivelano rompendole! Cosa cambierei? Forse il tonno in scatola non è opportuno come ingrediente e una carne o un fungo si fonderebbe meglio con il topping risultando meno invasivo. Accetto consigli!

Nel mentre….Buon Appetito a me!!

10 thoughts on “Follie in Cucina – Risotto ai Sapori Antichi

      • io scelgo lo speck per affiancare la frutta secca…dà un bel contrastoi di sapori…forse il tonno ha un sapore poco deciso….

  1. Ad essere sincera sarei curiosa di assaggiarlo proprio col tonno.. è un contrasto interessante.. 😉 Per il resto complimenti a te per il piatto e all’amico Marco per la scelta del nome! 🙂

  2. Grazie Lauretta ^^
    Sono d’accordo con Cle per un motivo: il tonno in scatola ha un sapore molto forte e probabilmente devo trovare un sapore meno pronunciato per abbinarlo al riso. Potrebbe anceh significare usare un brodo più leggero. Le soluzioni possono essere tante!

    • Ma anche io sono d’accordo con voi… dico solo che comunque mi piacerebbe assaggiarlo! 😛

  3. adoro i risotti e soprattutto se sono particolari! poi sai vivo praticamente tra le terre del riso anche se effettivamente nel mio blog ne metto pochi forse perche’e’diventata ormai abitudine mangiarlo.sulla presenza del tonno concordo anche io e non lo metterei.tutti gli altri ingredienti invece sono perfetti e secondo me sono piu’che sufficienti per creare un risotto fantastico!..pensaci hai la cremosita’e il grasso con il formaggio e la mantecatura.lacidino dato dal vino e la croccantezza…..basta cosi’!baci.p.s.la torta qui sotto lávessi domani mattina!!!

  4. …io ho addirittura pensato di fare un riso semplice allo zafferano e nocciole, qualche fetta di tagliata di manzo e il topping di ricotta al vino rosso…decisamente un piatto sperimentale XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...