Flan di Latte


Buongiorno a tutti!!!

Gli ultimi giorni sono stati un piacevole tour de force di impegni divertentissimi!! Tra serate tra amici e impegni con il coro di cui io e la moglie facciamo parte, le giornate scorrono straveloci! In queste giornate spesso si viene a contatto con le realtà più disparate e, specialmente in questo periodo, c’è sempre un occhio vigile verso il fare economia, cercando di rendere deliziosi i piccoli momenti tra amici con una spesa il più possibile contenuta!

E’ per questo motivo che sono andato, non vi nego con grande piacere, a ripescare tra le ricette della tradizione Sarda con la S maiuscola! La ricetta di oggi è infatti una delle più povere che si possano fare ed è il simbolo delle famiglie antiche che avevano sempre a disposizione gli alimenti della terra e degli animali che loro stesse allevavano. Questo dolce delle feste è composto infatti di pochissimi ingredienti: uova, latte, limone e zucchero. Nulla più!!!

Questa ricetta veniva chiamata Timball’e latti che significa timballo di latte. E’ sostanzialmente un budino ma con un sapore molto casereccio! Nonostante sia una ricetta semplice ci vuole una certa maestria per cuocerla alla perfezione e ci sono tante piccole trappole che possono rendere il dolce un clamoroso insuccesso!!

Però il suo sapore è davvero eccezionale, un piccolo sentore di tostato lo rende unico rispetto allo stretto parente Creme Caramel. Inoltre, poichè ho voluto portare questo dolce ancora più indietro nel tempo, ho pensato che nei tempi antichi non fosse semplicissimo avere lo zucchero in ogni famiglia, al contrario in Sardegna è sempre stato facilissimo avere il miele, peraltro di qualità eccezionale (basta cercare il Torrone di Tonara e avrete la prova di ciò che dico!). Quindi il dolce di oggi ha in sè anche questo piccolo tocco di tradizione!

Morbido, aromatico, saporito, genuino!

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 2 uova medie
  • 50 gr di zucchero semolato o miele
  • 250 ml di latte
  • scorza di mezzo limone piccolo
  • miele o zucchero caramellato

Prepariamo per prima cosa lo uovo con lo zucchero o il miele. All’inizio della ricetta incontriamo il primo tranello! Non stiamo facendo una torta e il flan non può inglobare alcuna bolla, col calore salirebbero facendo una spiacevole schiumetta che ci impedirà di riempire come si deve i nostri pirottini in alluminio. Onde per cui, con pazienza, mescoliamo con un mestolo, con una spatola oppure col frullatore con le fruste per impasto, fino a che non siano perfettamente amalgamati.

Mettiamo il latte in un pentolino con al suo interno le scorze di limone, mi raccomando senza il bianco! Lo portiamo a bollore e lo spegniamo. passiamolo in un colino e versiamolo nelle uova con zucchero. Amalgamiamo bene il composto. E’ tradizione, ma io non l’ho fatto per mantenere un sapore meno deciso, mettere un cucchiaino di acqua vite o bevande estremamente alcoliche per aromatizzare. Provate con del Marsala o del Vov, sarà sicuramente eccezionale per chi ama questi piccoli tocchi!

Nel fondo dei pirottini in alluminio (son più comodi da sformare) versiamo un fondo di miele o caramello e, sopra di esso, il composto del latte e uova. Mettiamo il tutto in una teglia con acqua per 2/3 dell’altezza dei pirottini. Inforniamo il tutto a 150° in forno preriscaldato e facciamo cuocere per 90 minuti!

Al termine della cottura facciamo riposare 10 minuti in forno, controlliamo che la superficie sia un poco soda, anche se morbida non deve fare le “onde” che farebbe un liquido toccato! In caso sia troppo liquida facciamo cuocere altri 30 minuti!

Al termine della cottura mettiamo i pirottini in frigo per 4 ore! Quando dobbiamo servirli dobbiamo assicurarci di toglierli almeno 15 minuti prima dal frigo per permettere al flan di tornare a temperatura ambiente e allo zucchero o miele di sciogliersi! Con un coltello stacchiamo i bordi del flan dal pirottino e, con estrema delicatezza, li sformiamo sui piatti da portata! Se vogliamo far scena possiamo metterci su un ricciolo di scorza di agrumi!

Come ci possiamo accorgere se abbiamo fatto un buon lavoro?? Il flan non deve presentare bollicine pur mantenendo la consistenza soda! E soprattutto non bruciamolo in superficie!!!

Buon appetito anche ai più golosi!! Naturalmente, non essendoci farine di sorta è un dolce perfetto per i celiaci, con tutto il gusto di un dolce genuino!!

10 thoughts on “Flan di Latte

  1. mmm ma com’era il sapore??? di te nn ci fidiamo…vogliamo la sentenza della mogliettina!!!!!

    • Nel mentre che la moglie risponde ti posso dire che il sapore è affine al creme caramel ma con un gusto lievemente tostato e di limone. La scelta poi di usare caramello o miele fa o aumentare la forza del tostato oppure lo mitiga aumentando l’aroma di miele. Secondo me una deliziosa ad inaspettata variante al classico budino!

  2. guarda alla fine le ricette della tradizione sono sempre attuali e soprattutto molto golose e alla fine e’giusto riporendersele!che dire un cucchiao di questo e un cucchiaio della torta qui sotto.!mi raccomando ti aspetto a quello che combinero’domani sul mio blog.ci tengo!

  3. allooooooooraaaaaa…hihihi…ma posso essere perfida? dunque, era buono, però a me ha lasciato veramente gli avanzi, pochi e bassi (e brutti aggiungerei!)…quindi, si, era buonino!

  4. mauro….sapore affine al creme caramel con retrogusto di limone tostano…ma sembri il sommelier di “gusto”!!!! nonono io continuo a fidarmi piu della tua mogliettina..a proposito…ciao zena ..piacere sono manu…..
    mauro…d’ora in poi daremo retta solo alle recensioni della mogliettina…. E PER PIACERE DEGNATI DI LASCIARLE UNA PORZIONE SOSTANZIOSA E GRADEVOLE ALLA VISTA…CHE DICI TANTO DI ESSER CUOCO PER TUA MOGLIE …E POI LE RISERVI QUESTO TRATTAMENTO!!!!
    è__é

  5. Povero Mauro… ahahahah 😀 Dai a me sembra buonissimo… (sempre se può consolarti la mia modesta opinione.. :D)

  6. Ciao Manu io scherzo sempre, il mio tesoro è veramente il principe azzurro, anzi “azzuro” (come diciamo noi in Sardegna)….sarò lieta di lasciare qualche commentino appena possibile, ma credimi se dico che bisogna provare per credere quante cose buone crea E MI FA ASSAGGIARE… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...