Meringata al Limone


No no e no!

Non voglio scrivere questa ricetta!!!!

…beh…ok, lo faccio…

Non so se alcuni di voi avranno avuto la fortuna di decidere all’ultimo minuto di preparare un dolce da portare a cena dagli amici…..e ovviamente il tempo non bastava….e ovviamente avete scelto una ricetta NUOVA…ED E’ STATO UN DISASTROOOOO!

Come astutamente dedurrete, questo è stato il mio caso nella serata di ieri! Prendere una ricetta totalmente nuova e cercare di farla in quattro e quattr’otto. Una disperazione totale! Pensate che, tra le maledizioni della mia mogliettina, siamo dovuti andare a prendere dei dolci confezionati!! Che bruttooooo! Mi son vergognato tantissimo!

La ricetta, col senno di poi, non è neanche tanto complicata, però le particolarità della crema al limone, creata ad hoc per la meringata, mi hanno dato il colpo finale! Mancando poi il tempo la meringa non ha cotto come doveva ed il tutto è solo peggiorato!

Per inciso una meringa al limone dovrebbe avere uno strato di crema bello sodo e una meringa lievemente morbida sotto una crosta croccante e brunita, una roba da far venire fame solo a pensarci! La mia meringata invece aveva la crema LIQUIDA! E non ho avuto il tempo di seguire a dovere la cottura cosicchè si è cotta a metà perdendo il volume! Magra consolazione è che il sapore è rimasto buonissimo, però solo il giorno dopo, dopo una notte di penitenza in frigo in ginocchio sui ceci!

Dopotutto mi sento in dovere, e per dire la verità una fetta della meringata mi ha messo di buonumore, di rendervi partecipe della ricetta con tutto il macello che ne è conseguito!

La mia povera meringata…doveva essere bella spumosa!! Però il sapore non tradisce.

Ingredienti per 12 porzioni:

  • 1 rotolo di pastafrolla congelata di forma rotonda – € 1.40
  • 4 limoni – € 1.70 al kg
  • 5 uova medie – € 1.39 ogni 4 pezzi
  • 100 gr di zucchero – € 1.20 per kg
  • 100 gr di burro – € 2.50 per 250 gr
  • 1 stecca di vaniglia bourbon – € 2.20 (2 pezzi a confezione)
  • 175 gr di zucchero a velo – € 5.00 al kg
  • 1 cucchiaio di fecola di patate o maizena

Cominciamo con il dire che sarebbe saggissimo, al contrario di quello che ho fatto io insomma, preparare una parte degli ingredienti con largo anticipo per agevolare la riuscita della ricetta.

Per comodità divido la preparazione in tre punti e poi ci cimenteremo nella cottura finale!

Cottura della frolla.

Questa parte è semplice però qualche piccolo accorgimento lo posso dare anche io. Prendiamo uno stampo da crostata e lo imburriamo con burro fuso (qui un pennello in silicone è utilissimo per agevolarvi la stesura) e infariniamo. Stendiamo nello stampo la pasta frolla tagliando via l’eccedenza. Prendiamo una forchetta e pungiamo in maniera molto folta sia la base che i lati. Questo serve a non far crescere la frolla facendola gonfiare e sformare! Di solito le ricette vi dicono di coprire la frolla con dell’alluminio e dei fagioli per fare un peso. Io non li ho usati e la frolla non si è gonfiata assolutamente ma solo a patto di pungerla in maniera estremamente folta (c’è anche un attrezzo apposito che svolge proprio questa funzione ed ha la forma di un rullo “spinoso”). Facciamo cuocere per 20 minuti a 180° e poi facciamo raffreddare la pasta prima di sformarla.

IMG_0013IMG_0015

Crema al Limone.

La crema al limone è stato il mio incubo peggiore! Non è una crema classica poichè manca della panna/latte e conseguentemente non monta con la stessa facilità, alla stessa maniera non si addensa come le creme! Inoltre, per rendermi la vita più semplice, uno strumento necessario è il termometro per alimenti (meglio quello digitale) che ci serve per monitorare correttamente i momenti delle preparazioni: la pasticceria è scienza!

Prendiamo i nostri limoni e ne facciamo 100 gr di succo. Di uno dei limoni grattugiamo la scorza e lasciamo macerare per 20 minuti. Rompiamo 5 uova medie in una grande ciotola, preleviamo i rossi con le mani (ben lavate mi raccomando) e li mettiamo in un pentolino. Uniamo alle uova lo zucchero e frulliamo fino a renderle chiare e spumose. Uniamo il succo con scorza di limone dopo il tempo di macerazione, il contenuto di una bacca di vaniglia e continuiamo a frullare fino ad amalgama per 5 minuti. Mettiamo il pentolino su un fornello a fiamma molto bassa e facciamo salire la temperatura a 80° centigradi. Quando arriva a tale temperatura lo togliamo dal fuoco e lo mettiamo a bagnomaria in acqua fredda (in una ciotola per esempio) e frulliamo la crema con un mixer ad immersione. Quando la temperatura arriva ai 50° uniamo il burro e continuiamo a frullare altri 5 minuti. Versiamo poi il tutto in un contenitore e copriamo a pelo del liquido con della pellicola trasparente per non farla entrare in contatto con l’aria. Qui il mio primo errore: nonostante l’abbia messa in freezer non ho aspettato abbastanza e quando l’ho tolta era ancora liquida! Tragedia e terrore! In emergenza ho aggiunto un cucchiaio di fecola di patate (ma anche la maizena va benissimo) e mischiato attentamente con una frusta! Risultato? Si è un pò addensata ma ancora troppo liquida! Solo il giorno dopo ho capito che dovevo farla raffreddare in maniera effettiva per permettere al burro di rendere la crema più compatta! Infatti dopo una notte in frigo era perfetta….il mio fegato lo era un pò meno per tutta la sera!

IMG_0016IMG_0017

Meringa.

Questa è davvero facilissima! Meglio avere cura di fare quest’operazione per ultimissima proprio prima di infornare! Prendiamo il nostro frullatore (mi raccomando: perfettamente pulito o potrebbero non montare i bianchi!) e montiamo a neve i bianchi. Quando sono belli spumosi e cominciano ad essere in neve ferma, aggiungiamo lo zucchero a velo in tre parti e frulliamo per 5 minuti. Fatto. Semplice no?

IMG_0020

Ora veniamo all’assemblaggio della torta. Possiamo operare 2 scelte: 1 – aspettare che frolla sia a temperatura ambiente e la crema bella soda di frigo e cospargerla all’interno dello stampo livellandola per bene. 2 – quando la crema è fredda ma ancora liquida versarla nella frolla e metterla in frigo fino a che non sia bella solidificata! In ogni caso è OBBLIGATORIO che la crema, al momento di mettere la meringa, sia assolutamente soda! La meringa infatti è delicatissima e per poterla spianare sulla torta serve che ci sia un fondo resistente oppure affonderà. Possiamo farlo con una spatola o con una sac a poche. Inutile dire che una sac a poche è infinitamente meglio sia per semplicità che per estetica, potete vederlo dal mio balordo tentativo con una spatola!!

Inforniamo per 35 minuti a 150°. La superficie meringata deve imbrunirsi lentamente. Qualora si crepi non è andato nulla storto, non temete! Lasciate raffreddare la torta nel forno lievemente aperto e poi mettetela in frigo per alcune ore (la crema col calore si sarà di nuovo sciolta per effetto del burro!).

IMG_0021

In ogni caso sappiate che il sapore era fantasmagorico! Mi ha fatto un pò riprendere dallo shock serale!

MA QUANTO COSTA? Il costo per porzione di oggi è di € 0.54!! Mica male!

English MERINGUE WITH LEMON CURD

8 thoughts on “Meringata al Limone

  1. ma scuuuuuusa!!!
    tu dovevi seguire la mia videoricetta!!!
    Rifalla ti prego è una torta meravigliosa!!!

    il vassoio di paste comprate è il peggio del peggio che degli amanti della cucina possono pensare di ricevere/regalate ad una cena. Ti sono vicina!!! XD

  2. Non è così brutta.. 🙂 Il sapore sarà meraviglioso.. immagino.. 😀 Comunque.. secondo me portare dei dolci comprati NON è la fine del mondo. I tuoi amici ti rimarranno vicini 😀 😉

    • ma non sapete poi il proseguo….ho preso un profiterol ed un tiramisù….ed il profiterol sembrava pure avere un sapore….anomalo…..non ha fatto male a nessuno ma abbiamo tutti pensato fosse defunto da parecchio T_T

      • Noooooooooooooo vabbè 😀 Questa è sfiga.. ahahahahahahahahahahahah… scusa se rido.. ma beh.. è abbastanza comica la situazione.. 😀

  3. Pingback: Meringue with Lemon Curd « Marito alla Parmigiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...