Riso Venere all’Occhio – Venus Rice with Eye


Buongiorno a tutti!!!

Come vi avevo promesso qualche giorno fa via Facebook sulla mia pagina Marito alla Parmigiana, e’ finalmente arrivato il giorno di mostrarvi l’ennesima mia creazione! La ricetta di oggi non è propriamente un’invenzione a tutto tondo, si potrebbe definire più come un assemblaggio di idee culinarie.

Da tutte queste idee però è venuto fuori un piatto che è sorprendente!

Ringrazio una delle mie fonti di ispirazione, insieme a tantissimi altri grandi professionisti, che è Carlo Cracco. Infatti è grazie ad una della sue ricette che è arrivato il nome di questa ricettina! Qualche giorno fa vidi, nella trasmissione di Cristina Parodi, lo Chef che mostrava come eseguire una ricetta tanto semplice quanto alternativa: il tuorlo d’uovo panato! Come renderlo protagonista in maniera originale per la mia cena?

Tempo fa avevo comprato, più per curiosità che per reale conoscenza, il riso Venere: una varietà di riso che è naturalmente di colore nero. Bellissimo e, scoprirò poi, con un gusto fantastico!

Al tutto ho unito dei sapori molto casalinghi come i durelli di pollo (forse l’unico elemento povero del piatto) e dello zafferano, una delle spezie tipiche della mia isola!

Ecco a Voi la mia piccola creazione!

Il sole dentro l’oscurità!
The sun in the darkness

Ingredienti per 4 persone:

  • 240 gr di riso venere – € 0.65
  • 4 tuorli d’uovo – € 1.39
  • 250 gr di durelli di pollo – € 3.00
  • 1/4 di bicchere di vino bianco secco
  • brodo di manzo 500 ml – € 0.33
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 spicchi di aglio
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • 2 bustine di zafferano – € 2.20
  • sale
  • pepe
  • un cucchiaino di aceto di vino
  • pan grattato
  • rosmarino (se l’avete in polvere o pestato al mortaio)

Iniziamo la preparazione dal famosissimo e molto particolare “tuorlo impanato”. Prendiamo un pirottino per persona da servire e riempiamolo a metà di pan grattato. Sgusciamo in una terrina le uova e, con le mani ben lavate, prendiamo i rossi e li appoggiamo delicatamente sul pan grattato. Con un cucchiaio ricopriamo i tuorli in ogni pirottino e li mettiamo in frigo per 2 ore.

Continuiamo la nostra ricetta pulendo i durelli: sono i muscoli dello stomaco del pollo atti al triturare qualunque cosa stritolandola! Quindi come potrete immaginare non sono esattamente le parti più tenere e succose dell’animale! Ovviamente usarle vi fa risparmiare qualche soldo! Dobbiamo pulirli, con un piccolo coltello affilato, dalle parti tendinee, ci vuole molta pazienza. Una volta fatto ciò bisogna tagliarli a piccoli dadini o fettine. Lasciamoli a macerare in poco vino bianco per circa 30 minuti e poi li scoliamo e asciughiamo.

Intanto tagliamo la cipolla a dadini e la mettiamo a soffriggere in padella insieme agli spicchi di aglio sbucciati con l’olio di oliva. Una volta che si sta dorando, versiamo anche il riso venere e lo facciamo soffriggere, girando continuamente, per 2 minuti. Fatto ciò lo copriamo a filo con del brodo di manzo (io ho usato del cuore di brodo knorr).

Teniamo presente che il riso venere deve cuocere ALMENO 30 minuti, ma è possibilissimo che ne servano di più. Durante la cottura del riso, dopo circa 20 minuti, leviamo gli spicchi di aglio e pepiamo. A parte in una padella facciamo saltare brevemente i durelli di pollo fino a che prendono colore.

Quando il riso è quasi cotto (rimarrà sempre duro ma non crudo) mettiamo 2 bustine di zafferano ed i durelli. Mescoliamo fino a che il riso ha una discreta densità e, dopo aver spento il fuoco, mantechiamo con una noce di burro e 2 cucchiai di parmigiano grattugiato. Come tocco finale aggiungiamo un cucchiaino di aceto di vino e mescoliamo nuovamente. Lasciamo riposare 5 minuti prima di servire.

Nel frattempo che il riso sta finendo di cuocere prendiamo un pentolino e scaldiamo a 150° del’olio di semi (o scaldiamolo fino a che uno stecchino di legno non frigge nell’olio). Prendiamo dal frigo i pirottini con i tuorli e li scoliamo delicatamente con le mani dal pan grattato in eccesso. Li mettiamo uno alla volta su una schiumarola e li immergiamo nell’olio bollente a friggere per 15 secondi circa! Il tuorlo deve essere lievemente croccante fuori ma ben liquido e cremoso dentro! Cuocerlo anche un poco di più lo renderebbe sodo!

Togliamoli dall’olio e li mettiamo su carta assorbente.

Serviamo il riso con al centro l’uovo con un pizzico di sale e pepe.

Buon Appetito! E se volete provatelo! non vi deluderà!!

QUANTO MI COSTA? Il piatto di oggi è decisamente tra i più cari da me fatti! Il suo costo per porzione è di € 1.90!! Diciamo un piatto da festa!

Con questa ricetta partecipo al contest:

English incoming

5 thoughts on “Riso Venere all’Occhio – Venus Rice with Eye

  1. La ricetta è bellissima, il piatto pure.. e c’è il ditino di una Zena impaziente di mangiare o sbaglio??? 😀 Tutto insieme è fantastico! :DDD

  2. Davvero un piatto originalissimo, mi piace la composizione e questo tuorlo cucinato così non lo conoscevo! Ricetta inserita grazie mille per aver partecipato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...