Sushi!!


Buongiorno a tutti!!!

Dopo Aver parlato di Bento e di Onigiri…beh…manca solo il simbolo mondiale della cucina giapponese! Il Sushi!

E’ un piatto notissimo che può essere adattato ai gusti di ogni paese ed ha davvero un sapore fantastico! La sua origine risale ai tempi in cui il pesce veniva conservato pressato nel riso e, in un periodo di terribile carestia, cominciarono a mangiare pure il riso! Naturalmente questo finì per elaborare un piatto che fosse piacevole al sapore e del gusto, stile e colore tipicamente giapponese!

Molti di noi han sentito (e vi assicuro che è vero) che per diventare sushi chef è necessario fare un apprendistato lunghissimo e difficilissimo di 4 anni o più! Il motivo  non risiede nella difficoltà intrinseca dell’assemblare il sushi, cosa che possiamo imparare con la pratica, ma nell’imparare con precisione che ha dell’inumano la scelta del pesce e il suo taglio! Scegliere e maneggiare il pesce nella maniera opportuna gioca il ruolo preminente nel sapore di questo piatto e vi posso assicurare che non è una scelta facile!

Noi nel nostro piccolo però possiamo imparare un sacco di cose su come fare il sushi ed assemblarlo nella maniera opportuna. L’articolo di oggi per questo motivo sarà un pò più lungo per aiutare chi non è pratico ad imparare alcune tecniche!

Cominciamo con il precisare che non ci sono moltissimi utensili necessari per fare il sushi ma uno in particolare è assolutamente necessario ed imprescindibile: il MAKISU! Ovvero il tappetino di bambù usato per arrotolare il sushi. Lo possiamo trovare nei negozi etnici oppure nei sets per sushi Arnaboldi et similia. Poi è opportuno ricoprirlo per bene con della pellicola trasparente per sigillarlo e non farci incastrare il riso dentro. Inoltre in tale maniera non assorbe eventuali condimenti ed è di gran lunga più semplice da tenere pulito.

Cominciamo? Allora seguitemi!

Sushi in abbondanza e per tutti i gusti! Aspettano solo di esser divorati!
Sushi for every taste! They just wait to be devoured!

Ingredienti per circa 40 pezzi:

Riso per sushi

  • 300 ml di riso originario (o per sushi o basmati) – € 1.00 per 1/2 kg di riso
  • 3 cucchiai di aceto di vino o 4 di aceto di riso
  • 1 cucchiaino e mezzo di zucchero di canna
  • 1/4 di cucchiaino di sale

Ingredienti vari:

  • 100 gr di salmone in filetto o trancio – € 8.90 al kg
  • 1 carota
  • 1 cetriolo
  • surimi
  • maionese
  • rucola
  • 1 scatoletta di tonno da 80 gr – € 6.40 al kg
  • 5 fogli di alga nori – € 12.50 per 50 fogli

Come dalla ricetta che abbiamo visto l’ultima volta prepariamo il riso per sushi: https://maritoallaparmigiana.wordpress.com/2012/07/21/riso-per-sushi-ed-onigiri-sushi-rice-and-onigiri/ .  E’ importantissima la lavatura e non trascuriamola per alcun motivo! Tramite una buona lavatura togliamo l’amido che fa fare al riso una cremina densa (tipica del nostro risotto) e gli permettiamo che diventi appiccicoso per essere modellato. Curiamoci anche di condirlo bene con l’aceto aromatizzato e di mescolarlo con una spatola in silicone bagnata spesso con acqua.

Per prima cosa, solitamente mentre il riso cuoce, prepariamo i nostri ingredienti.

Tagliamo la carota a bastoncini finissimi. Allo stesso modo tagliamo il cetriolo dopo averlo privato dei semi. Scoliamo il tonno per bene e lo schiacciamo per ridurlo ad una pasta soda. Prendiamo il salmone, lo puliamo dalla pelle con un coltello da filetto (lo vedete nella foto) e togliamo con una pinzetta eventuali spine. Lo tagliamo a striscioline di circa 1 cm di spessore. Cerchiamo di maneggiare il salmone il meno possibile altrimenti basta il contatto col calore della mano per cominciare a farlo cuocere. Mettiamo ogni ingrediente così prepararo in ciotoline pronti all’uso!

Prepariamo un tagliere su cui stendiamo il tappetino in bambù. Stendiamo sul makisu un foglio di alga nori (mi raccomando da trattare con mani asciutte) lasciando a contatto col tappetino la parte più liscia. Da parte mettiamo una ciotola con dell’acqua con la quale ci bagniamo le mani ogni volta che maneggeremo il riso. Prendiamo una manciata di riso e la compattiamo lievemente. La stendiamo accuratamente sulla parte bassa dell’alga e la spargiamo. Aggiungiamo se necessario altro riso. Facciamo attenzione che lo strato di riso deve essere piuttosto fine ed è un buon segno che in alcuni punti si possa vedere l’alga. Lasciamo alcuni cm di alga libera al di sopra del riso.

Prendiamo il condimento che più ci piace e lo poniamo a circa 2 cm dall’inizio del riso nel senso orizzontale. Questi sono gli abbinamenti che ho fatto io ma in realtà potete davvero fare come preferite:

Salmone e Rucola – Surimi, Maionese e Cetriolo – Carote e Tonno.

Ora viene il bello! Arrotolare il sushi! Con i pollici solleviamo il makisu e cominciamo ad arrotolare mentre con le altre dita teniamo il ripieno. Arrotoliamo fino a che il riso chiude il ripieno dopo di che usiamo la mano per continuare ad arrotolare tramite il makisu pressando uniformemente da tutti i lati. Quando il “primo giro” viene fatto possiamo aprire il makisu: il rotolo è avvolto ed è rimasto un pezzo di alga in “avanzo”. Portiamo indietro il roll e lo riavvolgiamo per chiuderlo definitivamente. In caso l’alga non aderisca bene la possiamo “aiutare” inumidendola con dell’acqua. Riprendiamo il rotolo e lo spostiamo nel makisu per far aderire un lato al bordo del tappetino. Lo riavvolgiamo pressandolo uniformemente e con le dita pressiamo il riso all’interno. Facciamo lo stesso con l’altro lato.

Terminato il rotolo lo mettiamo da parte per tagliarlo in un secondo momento. Facciamo tanti rotoli fino al termine del riso, farcendoli come preferiamo.

Ora veniamo al taglio. E’ il momento più sottovalutato ma credetemi che è il più complesso! Per prima cosa dobbiamo avere un coltello estremamente affilato, possibilmente con una lama lunga. Io ho usato il coltello per sfilettare, opportunamente affilato (avere un affilacoltelli a casa è una gran cosa credetemi). Teniamo un panno, un stoffa o carta a portata ed umido. Dobbiamo tenere il coltello perennemente pulito e bagnato: ogni taglio che facciamo accumula sulla lama una parte del riso che la rende appicicosa. Se non la pulissimo il taglio diventerebbe impossibile! Prima tagliamo il roll a metà e poi, accostando le due parti, tagliamo in pezzi più piccoli, con tagli lunghi e decisi. Ripuliamo il coltello ogni volta che riteniamo necessario, anche ogni 2 tagli!

Disponiamo i maki (così si chiama questo stile di sushi) su un piatto da portata e diamo ai commensali dei piattini dove potranno versarsi wasabi (del rafano grattugiato piccantissimo) e salsa di soia per condire a piacimento il proprio sushi!

Io oggi l’ho portato dagli amici (come vedete dal box pienissimo di sushi!) e devo dire che hanno apprezzato alla grande!

Che aspettate a provare a farlo a casa anche voi?

QUANTO MI COSTA? Il costo per porzione di oggi (4 pezzi di sushi) costa circa € 0.60! Ma il gusto non ha prezzo!

English incoming.

8 thoughts on “Sushi!!

  1. e se avete una moglie golosa che fa le foto, “pagatela” per il suo operato, dandole la possibilità di mangiare tutti i “culetti” che imbruttirebbero la presentazione….buooooniiii

  2. Vedo che anche tu ti sei voluto cimentare nella preparazione del sushi! Bravissimo! Io sto ancora sistemando il materiale per pubblicare i “California roll”… Per la prossima volta, se ti può essere utile, ti vorrei dare una dritta che mi hanno insegnato durante un corso di sushi: quando prepari gli Hosomaki se tagli l’alga nori in due, ne vengono di più. Inoltre vengono meglio, perchè non si vede l’alga avanzata all’interno. Se nn sono stata chiara puoi dare un’occhiata al mio post! Ciaociao 🙂

  3. Pingback: Rollè di frittata all’orientale « Marito alla Parmigiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...