Filetti di Sgombro in Salsa di Funghi e Polenta – Mackerel Fillets with Polenta and Mushroom Cream


Mangiamo troppa carne rossa.

E’ un dato di fatto! In realtà è una conoscenza comune ed il consumo eccessivo di carne rossa è una delle fonti di patologie gravi che arrivano con l’età. Una delle soluzioni, oltre a mangiare verdura in quantità, che non può che fare bene, è di mangiare molto più pesce. Nell’idea comune il pesce è costosissimo e complicatissimo da pulire. In realtà è solo ed esclusivamente una questione di POLTRONITE! L’unico problema è che, a differenza della carne, non troviamo le fette pronte o i tagli già preparati dal nostro macellaio di fiducia. Benchè il pescivendolo possa comunque pulirlo dalle squame e sventrare il pesce, una parte del lavoro deve comunque essere fatto da noi.

Come la carne anche il pesce ha le specie costose e non costose. Per esempio la ricetta di oggi è fatta con lo sgombro, un pesce povero e buonissimo. Semplice da pulire con pochissime spine e quasi privo di squame! Il bello è che costa pochissimo! Io l’ho trovato a solo 5€ al kg per la bellezza di 5 pesci! Non è facile trovare una carne altrettanto economica senza essere di pessima qualità! E la fatica di pulirlo? Basta sfilettarlo e, con minimi sprechi, abbiamo una portata fantastica!

Ecco una delle tante maniere per rendere gustoso il pesce!

English translation available further below.

Saporito e semplice!
Simple and tasty!

Ingredienti per 2 persone (abbondante):

  • 2 o 3 filetti di sgombro (2 filetti per pesce)
  • sale
  • olio extra vergine di oliva
  • 30 gr di polenta cottura veloce (quelle precotte che si preparano in qualche minuto son perfette)
  • 100 ml di panna fresca
  • 250 gr funghi champignon
  • pepe
  • noce moscata
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo tritato

Il piatto si fa in tre parti, ciascuna piuttosto semplice.

Cominciamo dalla salsa ai funghi. Prendiamo i nostri funghetti, tagliamo la parte di gambo più sporca e puliamo la cappella con della carta da cucina per togliere la terra. Li tagliamo a fettine sottili. Prepariamo un cucchiaio di olio di oliva in una padella e facciamo scaldare. Mettiamo in padella uno spicchio di aglio in camicia (cioè non sbucciato) e lo facciamo soffriggere per mezzo minuto. Aggiungiamo i funghi e li spadelliamo per circa 5 minuti girandoli spesso in padella. In questo momento i funghi perdono acqua e si restringono mentre si cuociono. Quando i funghi son ristretti e belli bruniti aggiungiamo la panna fresca (quando la apriamo spesso ha dei grumi all’interno, si può risolvere mischiando il tutto con una forchetta prima di versare) e condiamo con un pizzico di sale, pepe nero macinato fresco e noce moscata. Facciamo addensare per un minuto e mettiamo da parte coperto.

Ora prepariamo la polenta. Le polente pronte ovviamente non sono il top del top ma sono davvero comode e mantengono un grado di somiglianza accettabile con le polente tradizionali. Di solito la proporzione acqua/farina per polenta è di circa 4 a 1. In questa maniera possiamo fare la polenta che vogliamo senza sprechi! Seguiamo le indicazioni sulla confezione e, quando è pronta, la versiamo su un tagliere coperto con carta forno e parifichiamo la polenta con una spatola o coltello. Lasciamo raffreddare.

Ora prendiamo i nostri sgombri e li sfilettiamo. Per prima cosa tagliamo la testa a partire da sotto le pinne laterali: prima da un lato, poi dal lato opposto ed infine tronchiamo la lisca. Con un coltello da sfilettatura (lungo, sottile e flessibile) tagliamo il pesce di lungo a lato delle pinne dorsali. Andiamo a fondo fino alla spina dorsale centrale. Nella parte inferiore del pesce, la sezione più vicina alla coda si può sfilettare alla stessa maniera, quella in prossimità del ventre invece richiede un pizzico di attenzione in più: con una mano solleviamo il filetto fino ad ora tagliato e, a cominciare dalla spina dorsale tagliamo il filetto verso la base del ventre. Le spine del ventre vi permetteranno di far scorrere il coltello. In caso qualche spina si spezzi non è il caso di preoccuparsi. Per finire togliamo le spine più grosse con delle pinzette da pesce in maniera molto accurata. Ora che il filetto è estratto e spinato lo laviamo delicatamente per togliere eventuali tracce di spine o ventrame e lo asciughiamo con della carta da cucina.

Prendiamo una padella con dell’olio di oliva e la scaldiamo. Ci appoggiamo i filetti sopra, dal lato della pelle, e li facciamo cuocere fino a che vediamo che il bianco arriva a metà spessore. Li giriamo e li cuociamo un’altra decina di secondi. Un piccolo trucchetto può essere quello di spennellare i filetti con dell’olio di oliva, per non farli attaccare, oppure si muoverli in padella i primi istanti di cottura per bagnarli bene con l’olio.

Tagliamo la polenta in quadrati o triangoli o come ci piace, se la preferiamo calda la piastriamo mentre cuociono i filetti di sgombro, altrimenti anche fredda si può mangiare tranquillamente. Disponiamo sul piatto la polenta con sopra i filetti di sgombro. Innaffiamo con la crema ai funghi e cospargiamo di prezzemolo.

Buon appetito!

QUANTO MI COSTA? Come tutti i piatti di carne, siano essi bianca o rossa, il costo è elevato. Per il piatto di oggi il costo per porzione è di circa € 1.90.

We definetely eat too much red meat.

It is a fact! Almost everyone knows that eating too much meat is dangerous for our health and, on top of that, the red meat is even more dangerous. Studies say that we should eat 400 gr of meat of various types a WEEK! Imagine that a good steak is roughly 250/300 gr and you get why there is way too much meat in our bellies. There is also another “meat fact” that is important: fish meat and white meat (or meat of non mammals) is way healthier than the red meat (mostly mammal meat). This is caused by the healthier fat quality and quite a number of other nutrients. Speaking of fish the usual concern is that it is all costly. It is mostly true but, differently form the other meats, its price does not depends on the fish quality (well to a certain degree obviously) but on the fish type. The tuna in Sardinia can cost up to 20€ per kg, which is a lot for us. On the other side we can find very cheap fishes that, cooked accordingly, have an amazing taste! Today I try out the Mackerel, bought at just 5€ per kg! 

There is also another matter: most of us is too lazy to properly clean the fish and this leads to get the perfect steak shape of the meat, ready to be cooked without any hassle. But let me tell you: once you get used to clean fishes it takes such a short amount of time that it is a nonsense to leave them at the counter! And believe me: once you get used to cook them you’ll fall in love!

So let’s dive into one of the many recipes to make great use of a mackerel!

Ingredients for 2 people (abundant):

  • 2 o 3 mackerel fillets (2 per fish)
  • salt
  • extra virgin olive oil
  • 30 gr of “istantaneous polenta” (it can be omitted if you do not find it)
  • 100 ml fresh cream
  • 250 gr champignon mushrooms
  • freshly ground black pepper
  • grated nutmeg
  • 1 garlic clove
  • finely chopped parsley

The recipe is divided in 3 easy parts.

We start fmr the mushrooms sauce. We take the champignons and cut off the final part of the stalk and clean the top fomr the earth with paper cloth. We cut them in fine slices. We prepare a pan with one or two tablespoons of olive oil and let it warm. In the meantime we take a garlic clove and we panfry it for a minute. We add then our mushrooms and we let them cook for about 5 minutes stirring them continuously. This is the point when the mushrooms lose their water, reduce and become brown and tasty. After this we add the cream, black pepper, nutmeg and salt. We let it cook a minute to reduce and we put it aside covered.

Now we prepare the istantaneous polenta. This is not the original and best ingredient but they are quite handy and they do not differ too much from the original couterpart. Usually the proportion between water and polenta flour is 4 to 1. This way we can measure the polenta we want to make without wasting anything. We cook it following the procedures on the box and at the end we drop it on a chopping board covered with baking paper and we spread it forming a 2 cm layer. We let it cool.

Now we take our mackerels and we take the fillets out of them. We take a sharp knife for filleting (it is long, thin and flexible) and we cut the head starting from behind the side fins. Final step is breaking the spinal bone. We cut the abdomen and clean all the insides very well. We wash in cold water and go back to filleting. We cut the fish beside the backfins and go deep till the spinal bone. We cut from head to tail. We fillet the same way form the tail to the abdomen on the lower part of the fish. To fillet the abdomen side we have to cut around the spinal bone and follow the bones form spinal to the abdomen. It is not difficult but it may take some practice to clean it properly. We always have to remember that raw fish may cook in your hands due to their temperature, so care to handle it the less possible. Finally we take out the biggest bones left with fish tweezers and we make a final, very delicate rinse with cold water. We dry them with kitchen paper and get ready to cook them!

We take a pan and put 2 tablespoon of olive oil and heat them well. When hot we put the fillets on the skin side over the oil. We must care to “shake” them a bit at the very beginning of the cooking, so they get oily and will not stick in the pan. When the white of the meat is visible we turn the sides and let it cook for 30 more seconds. Drizzle with salt. It is a superquick cooking time!

We cut the polenta in squares or any shape we want, if we like it hot we can grill it before cooking the fish. We put the polenta in the plate, we place over it the mackerel fillets and we add on top the mushroom sauce. A taste of freshness with some finely chopped parsley and raw olive oil.

Buon Appetito!

HOW MUCH IS IT? Just as the meat recipes the fish cost can be high. My esteem per portion of today is € 1.90!

5 thoughts on “Filetti di Sgombro in Salsa di Funghi e Polenta – Mackerel Fillets with Polenta and Mushroom Cream

  1. L’idea è perfetta.. ma non mi capacito che tu mi sia caduto sulla polenta! Quelle precotte nelle buste fanno pietà.. almeno quella che ho mangiato io! :DDD

    • beh intanto la polenta di per sè non è cattiva. Questa era un accompagnamento fatto in fretta e furia (con moglie che urlava “Ho fameeee!”). Basta usare brodo al posto di acqua, formaggi e spezie ed anche una polenta così diventa buona ^^
      E poi io sono un marito di casa, lo sappiamo tutti che abbiamo anche prodotti pronti a volte 😀

  2. Strana accoppiata funghi e pesce, non l’ho mai provato!!! Ma da come si presenta però sembrerebbe molto invitante!! Non appena trovo lo sgombro, mi devo ricordare di provarla!!! Ciao! 🙂

  3. Caspita!! ho lo sgombro ma non i funghi!
    Vediamo se domani li trovo in questa isola del cavolo…
    P.S.
    Spesso uso anche io la polenta precotta e qualche volta anche quella cotta da grigliare. Non mi sembra cosi terribile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...