Maionese di Pomodoro – Tomato Mayonnaise


Non riesco a fermarmi!

Sono ancora ebbro dell’entusiasmo fanciullesco per le “scoperte scientifiche” fatte ieri. Per chi non ha letto il post lunghissimo di ieri, ho semplicemente fatto una barca di ricerche su internet per capire come si fa la maionese. Sembra una banalità ma c’è dietro un piccolo mondo. Nel mio ingenuo entusiasmo, ho divorato quelle pagine per cercare di capire come poter preparare una ricetta simile senza il terrore di sbagliare!

La maionese è una di quelle preparazioni che mettono all’erta anche i cuochi di professione! Col tempo dovuto si prepara senza problemi, ma basta avere un poco di fretta che l’errore è dietro l’angolo! La mia ricerca era partita tutta da lì, ma i risultati sono stati totalmente insperati ed oggi e domani ve li voglio proporre!

Di che risultati parlo? Ho capito come riprodurre il fenomeno di montaggio della maionese per usarlo per comporre altre salse! Non ho scoperto l’uovo di colombo, intendiamoci. Un poco di curiosità mi ha portato a capire delle cose senza avere qualcuno che me lo insegnasse direttamente!

Lo so che pare mi stia autocelebrando, non vuole essere quella l’intenzione. Piuttosto mi piace l’idea che tutti noi possiamo ottenere risultati inaspettatamente positivi, solo impegnandoci ed usando il nostro entusiasmo per avere quella marcia in più! Io non sono una persona speciale, non ho chissà quale talento culinario, sono un appassionato della cucina (e del mangiare ovviamente!) che trova gratificante imparare cose nuove!

E poichè non son geloso di ciò che so, mi pare il minimo condividerlo con tutti voi! E se avete spunti per migliorare la ricetta non esitate a farmeli sapere!

Ha un sapore fantastico, la consistenza più vaporosa della maionese! Da non perdere!
It has a wonderful taste with a fluffy texture in the mouth! Just try it out!

Ingredienti:

  • 1 pomodoro maturo di media grandezza (80g pelato e privato dei semi)
  • 7 gr di carota
  • 7 gr di sedano
  • 15 g di albume di uovo (tutto l’albume di un uovo è circa 35 g)
  • 1 foglia di basilico fresco o mezzo cucchiaino di basilico essiccato
  • un pezzettino di aglio (piccolissimo che dà molto sapore!)
  • olio di semi circa 180 g
  • un pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino di zucchero

La ricetta è abbastanza semplice. E’ preferibile avere un mixer ad immersione per rendere la procedura più agevole. Peliamo il pomodoro, lo priviamo dei semi e lo tagliamo a pezzetti. Sgusciamo l’uovo e separiamo il tuorlo dall’albume. L’uovo che avanza lo possiamo usare per una carbonara, una frittata. Ce ne serve pochissimo. Puliamo e tritiamo finemente il sedano e la carota. Puliamo e tagliamo un pezzettino, davvero piccolo, di aglio. Facciamo attenzione perchè anche un frammenti do aglio dà un sapore mostruoso alla salsa. Ce ne vuole davvero un pezzetto minuscolo.

Prendiamo il bicchiere del mixer ad immersione: è un contenitore stretto ed alto che ci permette di inserire il mixer lasciando poco spazio ai lati. Ciò aiuta a tenerlo sempre sommerso senza far entrare aria nel composto.

Mettiamo tutti gli ingredienti dentro il bicchiere: pomodoro, albume, sale, zucchero, basilico, aglio, carota e sedano. Aggiungiamo, prima ancora di iniziare a mescolare, 120 g di olio di semi. Adesso cominciamo a passare il tutto al mixer. Ci vogliono in tutto probabilmente dai 7 ai 10 minuti per arrivare al risultato che ci soddisfa. Quando cominciamo a passare tutto al mixer facciamo attenzione a non fare entrare aria nella salsa. Pian piano il mixer “risucchia” l’olio, che rimane sopra, verso la base dove sta la salsa di pomodoro. Noterete che si rassoda lentamente. Adesso pensiamo ad una cosa: la maionese ha una consistenza ferma, per arrivare a quella serve abbastanza olio da renderla soda. Per non mettere troppo olio e far smontare, o impazzire, la salsa, è sufficiente un accorgimento. Ogni volta che aggiungiamo olio, facciamolo mixare tutto nella salsa. In questa maniera notiamo come si rassoda e non corriamo il rischio di metterne troppo. Purtroppo si fa tutto ad occhio, ma non è difficile. E’ sufficiente che ogni volta che ci fermiamo nel mixaggio per aggiungere altro olio, quello che abbiamo versato in precedenza sia totalmente assorbito. Un consiglio è di metterne un cucchiaino alla volta (a meno che non sia ancora molto liquida la salsa, in quel caso possiamo metterne un pelo di più) così da non esagerare senza volerlo. Anche se ci fermiamo per alcuni secondi dal mescolare la salsa non succede nulla. La cosa importante è fermarsi quando tutto l’olio è amalgamato!

Assaggiamo da subito la salsa, così la possiamo aggiustare di sale o zucchero come ci aggrada. Ricordiamoci che usare il minipimer fa riscaldare la salsa, il suo sapore quindi sarà più intenso di come l’avremo quando tolta dal frigo!

Il risultato è una salsa di un rosa acceso, ben ferma (ho anche capovolto il bicchiere e non è caduta!) e saporitissima! Se vogliamo un pò di sapore di pomodoro in più senza aggiungere troppa acqua al composto (che allungherebbe enormemente l’emulsione sia in tempo di preparazione che in quantità) possiamo aggiungere concentrato di pomodoro a nostro gusto!

Una piccola annotazione: poichè non ho usato uova pastorizzate, la maionese di uova fresche ha sempre un minimo di pericolo di intossicazione ed anche una conservabilità bassa, nell’ordine dei 3 o 4 giorni. Prepariamola quando sappiamo di poterla usare!

Io l’ho usata per un modestissimo panino al latte con formaggio e verdura, la moglie ha apprezzato tantissimo!

Concludo con una dedica di un’assidua lettrice:”A Laura, al cui dolore ci associamo per la perdita della cara maionese!” Purtroppo per lei non ne potrà mangiare per parecchio tempo (che brutte cose fa la dieta…)!

Buon Appetito!!

QUANTO MI COSTA? Davvero poco! Immaginate che su un uovo di 55 g ne ho usato solo 15! Un pomodoro di 130 g (quando aveva i semi) e olio di semi, il più conveniente! Non c’è un numero di porzioni quindi vi dirò quanto ho speso io per fare il tutto: € 0.57! E’ super conveniente!!!!

 

I cannot stop!

I’m still drunk of yesterdays enthusiasm for the “scientific discoveries” I made. For whoever did not read yesterdays post, I searched for hours in internet all the ways to do the mayonnaise. It looks banal but there is a little world behind it. In my innocence, I devoured all those informations to achieve the chance to prepare this wonderful sauce without the fear of making mistakes!

The mayonnaise is one of the preparations that puts even chefs on alert! Given the proper time it can be prepared easily, but if they’re in a hurry it is fairly easy to make mistakes! My research started from this point and I was surprised by the results! So today and tomorrow I want to share all the experiments I made!

Understanding how mayonnaise works permits to create new sauces with the same principle but different ingredients! It is naturally not a personal discovery, I’m sure a lot of chefs already do it, but I find amazing what a little enthusiasm can do!

I totally love the idea that a normal person like me can obtain such results with passion and love for cooking! I’m definetely not talented or special in any particular way, I just am passionate about cooking (and eating obviously!)!

And since I’m not jealous of my recipes, I want to share them with you all! I’m sure you will give me plenty of hints to make them even tastier!

Ha un sapore fantastico, la consistenza più vaporosa della maionese! Da non perdere!
It has a wonderful taste with a fluffy texture in the mouth! Just try it out!

Ingredients:

  • 1 ripe tomato of medium size (80 g peeled and after taking out seeds))
  • 7 g carrot
  • 7 g celery
  • 15 g egg albumen (the albumen of a medium egg weights about 35 g)
  • 1 basil leave or half a teaspoon of dehydrated basil
  • a small piece of garlic (seriously: VERY small)
  • 180 g of various seeds oil (quantity is susceptible to variation)
  • a small pinch of salt
  • half a teaspoon of sugar

The recipe itself is quite simple. It is much easier to make all this with a handheld blender. We start peeling the tomato, taking its seeds out and cutting it in dices. We brake the egg separating the albumen from the yolk. Mind that we need just a small amount of albumen, so we can use the rest of the egg for any other preparation like an omelette or a carbonara pasta! We peel and chop finely the carrot and the celery. We peel and take a small piece of garlic: mind it must be very small because the taste it gives is great, if we add to much of it the taste maybe unbearable.

Now we take the glass of the handheld blender: it is a typical one that usually is included in its package and it is tall and slim, fit to be used with the blender. It is useful because it permits to easily keep the mixer under the surface of the sauce.

We add all the ingredients into the glass: tomato, albumen, salt, sugar, basil, garlic, celery and carrot. We add, even before starting the mix, 120 g of oil. We start now blending. The whole operation may take from 7 to 10 minutes to arrive to the ideal consistence. Slowly the blender will drag the oil to the bottom of the glass (which usually stays on the surface), where the tomato sauce is and will start to grow firmer. To keep maing the sauce firmer we need to add oil. If it is still liquid we can add more oil, when it starts to be creamy we add a teaspoon everytime. To keep track of the sauce and prevent mistakes there are two suggestions I can give: the first is to never stop blending until all the oil is mixed into the sauce, the second one is to add more oil once the one added before has already been completely merged into the sauce. It is not dangerous to stop mixing the sauce, it is more dangerous to do it when there is still oil “roaming free”. This way we will be aware every minute of the firmness of the sauce and stop accordingly.

We must taste often the sauce, to be able to eventually correct its flavour with salt, sugar or other ingredients. We also have to remember that the handheld blender heats up the sauce and the taste will result sharper than a cold sauce!

The result is a pale pink sauce, firm (I turned upside down the glass and it did not fall!) and tasty! If we want to have more tomato taste we can add tomato puree: it has less water so it can be added without messing up the preparation.

A little note: I used fresh eggs, therefore while the taste is great they still have small chances to transmit salmonella; they also stay fresh for short times, maximum 3 or 4 days. We have to make sure we prepare it when we can use it!

I used it with a small panino with cheese and lettuce and my wife loved it!

Buon Appetito!!

HOW MUCH IS IT? It costs almost nothing! I cannot divide it in portions and this time I will tell you the total price. All the ingredient are super cheap and I paid this sauce only € 0.57! Super cheap!

9 thoughts on “Maionese di Pomodoro – Tomato Mayonnaise

  1. Questa è da provare…. Appena compro un nuovo frullatore ad immersione…
    A proposito, lo sai che mi si è rotto, dopo 7 anni di onorato servizio, mentre facevo la perla rubino ( e il resto del buffet del mio compleanno firmato montersino) puoi immaginare che tragedia?
    È in cima alle spese da fare, aiut!

      • ah beh! se è per questo il mio l’ho avuto in regalo con i prodotti Bottega Verde!
        Rapporto qualità prezzo ottimissimo, anzi, è campato più di quanto immaginassi!!!! Sapevo che stava per lasciarmi, ma la fatto nel momento peggiore!!! Non l’ho sgridato poveretto perché è stato comunque un valoroso compagno! ;D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...