Anniversario e Tributo – Anniversary and Tribute


Ci sono dei momenti della vita dove tutte le cose succedono insieme ed altri momenti dove si vive sull’onda della normalità.

Un anno fa cominciai quest’avventura senza sapere nulla di cosa mi sarebbe successo dopo. Il blog mi ha condotto verso una via costellata di scoperte stupefacenti ed è stato anche il luogo dove poter sperimentare le mie conoscenze. Durante questo percorso ho riscoperto un rapporto con mio padre che non avrei mai immaginato. Purtroppo lui ha avuto una malattia molto rara che l’ha accompagnato per quest’ultimo anno, una malattia che mi ha anche permesso di viaggiare con lui e di condividere una passione per la cucina che entrambi non sapevamo di coltivare. Ognuno, nella sua piccola cucina, eravamo vicini nelle azioni seppur lontani nei luoghi. Ora, dopo che siamo separati in maniera così definitiva, ricordo con piacere i discorsi, le manie, i sapori ed i luoghi frequentati insieme in quei viaggi. Viaggi nati per cause nefaste e trasformati in occasioni irripetibili di gioia ed amore.

Ora, ad un anno dall’inizio di queste pagine mi rendo conto di aver pubblicato, come ultima ricetta, una ricetta tradizionale del Piemonte, luogo in cui mio padre ha lasciato il cuore, sia spiritualmente che fisicamente. Un luogo a cui sono legato nonostante i pochissimi giorni che vi ho passato.

La gioia della cucina, la frustrazione per i fallimenti, il bisogno di scoprire modi nuovi di preparare i piatti con cui ho passato una vita. Per me il blog è stato questo fino ad ora. Da ora in poi avrà un significato diverso.

Ora dentro di me porto l’eredità di mio padre, un’eredità fatta di curiosità, manie, gioia di vivere. Un’eredità che non mi pesa e che è per me grande fonte di orgoglio. Tanto più importante per me perchè, pur senza frequentarci gli ultimi anni per lo più perchè abbiamo abitato distanti l’uno dall’altro, ho nel mio carattere e nei miei modi di fare una marea di suoi modi di fare. Ho il suo sorriso, la sua parlantina (e lo so che qualcuno potrebbe non trovarlo positivo hehe), la sua voglia di dare il meglio ogni volta che si inizia un’avventura, la sua voglia di vincere al di là del risultato finale.

Da oggi eredito anche la sua cucina, una cucina fatta soprattutto per gli altri, visto che lui non poteva mangiare quasi nulla delle cose che cucinava per problemi di salute. Tutto ciò sarà il mio tributo a colui che mi ha fatto diventare come sono, con tutti i suoi pregi e difetti (che spero di non aver ereditato!).

Un grazie a lui ed a tutti coloro che mi sono stati vicini nella mia vita, anche a coloro che seguono il blog e che sono per me stimolo di miglioramento continuo. Un grazie ai grandi della cucina che piano piano scopro ed ammiro sempre di più. Un grazie, questo davvero grande, a mia moglie per il supporto, i sorrisi e le frustate (ci vogliono anche quelle) e per l’immenso amore che mi dà.

Il vostro, per stavolta me lo concedo, Marito alla Parmigiana.

Non importa quanto tortuosa, dietro la collina potrebbe esserci sempre il sole più splendente ad accogliervi.
It does not matter how many corners you may find, after the next hill you still may find the brightest sun to welcome you.

There are moments in our lives when things happen all at once, others when we continue our ordinary life, floating like a boat.

A year ago I started this adventure without knowing anything of what could happen later on. The blog brought me on a road filled of astonishing discoveries and it was also the place where I could express my knowledge and try out my experiments. During this road I also discovered a bond I could never imagine with my father. He had a rare disease that influenced all the last year, but that also permitted me to spend time with him, traveling to the places he needed to be treated. During those days we shared the passion for cooking, tasting and trying new things, passion that both of us were unaware the other had. In our small kitchen we were tied by our actions, even if we lived far from each other. Now that we are definetely separated, I have warm memories of our discussions, wierd habits, flavours we sensed together and places we stepped in together. Trips born from unfortunate reasons, were changed into irreplaceable occasions of joy and love.

Now, one year ftom the opening of this blog, I realized that the last recipe I published was typical of the Piemonte, place that my father loved to his hearts content and that I felt to be tied to despite the few days I spent there.

The joy of cooking, the frustration for the failures, the inner need to discover new ways to prepare the dishes I lived with. This space meant this to me all the last year. From now on it will be different.

Now I carry within myself my father’s inheritance, made of curiosity, manias, joy to live. It is not a burden but more the source of my pride. It is even more important to me because, without beeing in touch for ling times, I have carved into my way of living and my ohisical habits, small bits of him. His smile, his way of talking (even thou some may not like it), his will to give the very best everytime a new adventure starts, the will to win regardless the final result. 

From today I inherit also his cooking: something made mostly for the others since he could not eat anything due to his health condition. It will be part of my tribute to him, the person that made me what I am, with all his good and bad sides.

I owe a lot to him and to all of the people that have been near me along my life. I also really mean a big thank you to every single person that follow my, but also our, blog. A huge thank you to my wife for her support, all the smiles, all the lectures and all the immense quantity of love she gives me!

Yours, this time I can say it, Marito alla Parmigiana.

Non importa quanto tortuosa, dietro la collina potrebbe esserci sempre il sole più splendente ad accogliervi.
It does not matter how many corners you may find, after the next hill you still may find the brightest sun to welcome you.

8 thoughts on “Anniversario e Tributo – Anniversary and Tribute

  1. Bravissimo, io non mi so raccontare come fai tu… quel che ti è rimasto di tuo papà è molto bello e tenero. Grazie a te perché scrivere in un blog è quasi un lavoro, ci si mette impegno e serietà per poter lasciare agli altri, le nostre esperienze nel miglio modo possibile.

    • A volte le passioni non si riescono a trattenere, questo è un blog per noi, la nostra valvola di sfogo. Poi però diventa una passione tale che non ci basta più come sfogo.
      Che ce vò fà, siam fatti così!

  2. Non vi sono parole per esprimere quanto ti amo e quanto di bello c’è dentro di te. Conserva ogni ricordo di tuo padre come il tesoro più prezioso e vivi come fosse sempre al tuo fianco. Coltiva le tue passioni nel suo ricordo e vivi ogni successo come fosse un suo insegnamento. Ad ogni fallimento sii certo del suo conforto ed io prometto di starti accanto in ogni nuova sfida. Ti amo

  3. Un bellissimo post. Carico di significato. Sarà sempre una parte della tua vita.
    Con affetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...