Cena con Amici! Le Patate hanno Segreti?


Ci sono un sacco di cose che cambiano con l’età, delle cose che piano piano si svelano e ci fanno cambiare il nostro stile di vita. Una di queste è il matrimonio.

E’ un pò come un certificato della vita insieme, un punto fermo dal quale partire per fare una nuova vita. Oramai è più di 4 anni che sono sposato, molto felicemente devo dire, e pian piano anche i nostri amici si sposano. Ed ecco che cominciano a spuntare le cene tra coppie, dove si parla e sparla di mogli e mariti!

E’ importante anche essere un poco auto ironici, dopotutto nella vita di coppia bisogna venirsi incontro e smussare pian piano gli spigoli peggiori! Ve lo dico: non potrete MAI E POI MAI cambiare il vostro partner al punto da averlo come volete! In compenso potete condividere con le altre coppie queste grandissime afflizioni! I mariti non smetteranno mai di chiedere alla moglie dove sono i calzini (rigorosamente spaiati) e la moglie non smetterà mai di chiedere di ritirare e pulire il disordine un millesimo di secondo dopo che il marito ha spostato o sporcato! Sono delle regole fisse su cui si basa la famiglia!

E’ naturale che, facendo il “cuoco” di casa, io sia molto colpito da questa mania dell’ordine e pulizia, tanto più quando si invitano ospiti a cena! Oggi poi avevo un “cliente” ostico, visto che è il Maitre di uno dei ristoranti più in vista della mia zona. Diciamolo fino in fondo, anche se sono un cuoco principiante voglio fare bella figura, sono un po’ prima donna anche io :p

Però stavolta ho ascoltato il consiglio di mia moglie: fai qualcosa di semplice e fallo bene!

Il menù allora è stato di sole due portate, dopotutto dopo le feste ne abbiamo abbastanza di abbuffate senza fine. Ho preferito solo di fare porzioni abbondanti!

Il primo è stato un Risotto alla Milanese nel quale, al posto di un classico brodo di dado, ho usato un brodo con coda di vitello e verza in aggiunta agli altri ingredienti classici.

Il secondo è stato un piatto proveniente dalla tradizione scozzese: Scotch Egg con contorno di patate al forno.

Il piatto è semplice ma, per poterlo elevare ad uno standard un poco più interessante, ho cercato di arricchirne la preparazione! Oggi seguiamo la preparazione del piatto per svelare alcuni segreti sulle patate mentre domani prepareremo questo uovo speciale della tradizione scozzese!

Le patate migliori che abbia mai preparato! Una tira l'altra!

Le patate migliori che abbia mai preparato! Una tira l’altra!

Ingredienti per 5 persone:

  • 1.2 kg di patate novelle
  • olio extravergine di oliva
  • un rametto di rosmarino
  • sale

Come possiamo vedere non ci sono ingredienti segreti per fare delle buone patate al forno. Il segreto è tutto nella preparazione! Cosa vorremmo da delle buone patte al forno? Ci piacerebbe che siano croccanti fuori, quasi caramellate, aromatiche con un buon profumo di patata e rosmarino, abbastanza asciutte e tenere e saporite all’interno. La verità è che è piuttosto difficile fare delle buone patate al forno. A volte si arrostiscono ma rimangono mollicce, a volte si seccano all’interno, spessissimo non sono croccanti!

Ho quindi rubato qua e là delle informazioni utilissime per fare delle patate DAVVERO SPETTACOLARI!

Cominciamo lavando le patate. E’ un passaggio importantissimo poichè useremo anche le bucce per dare aroma alle patate! Peliamo tutte le patate e mettiamo la buccia da parte. Le tagliamo a pezzi in maniera che abbiano più o meno la stessa grandezza. Facciamo dei pezzi grandi, di 3/4 cm e li mettiamo in un recipiente sotto l’acqua corrente per 5 minuti fino a che sia tornata limpida in maniera che l’amido sulla superficie delle patate sia lavato via. Prendiamo le bucce delle patate e le avvolgiamo in carta forno come se fosse un sacchetto e lo leghiamo con dello spago. Io ho usato i legacci in silicone per arrosti, la cosa importante è che il sacco sia bello saldo. Lo bucherelliamo con uno stecchino.

Patate al Forno 2

Mettiamo le patate ed il sacchetto di bucce in una pentola con acqua fredda leggermente salata. Cuociamo a fuoco alto. La carta forno assorbe l’acqua e rilascerà il gusto racchiuso nelle bucce! In questa maniera la nostre patate avranno un sapore ancora più buono! Dopo circa 20 minuti di bollore (ma facciamo attenzione e seguiamo la cottura delle patate per bene) le patate cominceranno a rompersi sull’esterno prendendo un aspetto lievemente rugoso. Non appena inizia questo processo scoliamo velocemente le patate con una schiumarola in un colapasta. E’ importante farlo in questa maniera perchè le patate sono fragili, poichè quasi cotte! Le facciamo freddare per circa 30 minuti dentro il colapasta.

Patate al Forno 3Patate al Forno 4

Osserviamo le patate: il vapore che esce dalle patate stesse indica che la superficie delle stesse sta facendo evaporare l’acqua rendendone asciutta la superficie. Questo è importante per avere delle patate croccanti, poichè acqua ed amido contrastano la croccantezza superficiale. Quando son passati i 30 minuti noteremo anche che la loro superficie è frastagliata, questa è una caratteristica che abbiamo creato grazie alla bollitura “violenta” in maniera che la superficie delle patate possa ospitare l’olio e diventare più croccante! La superficie asciutta inoltre impedirà all’olio di penetrate con facilità, mantenendo le patate asciutte!

Ora versiamo, in una padella molto ampia ed a bordi alti, dell’olio di oliva e lo scaldiamo per bene. Pian piano facciamo passare tutte le patate in padella per farle soffriggere per circa 2 minuti. E’ importante che l’olio sia caldo per dare una prima frittura e per rivestire le patate. Inoltre l’olio caldo rimane in piccole quantità sulle patate poichè non è viscoso come quando è a temperatura ambiente!

Ora mettiamo tutto su una teglia coperta di carta forno e cuociamo in forno preriscaldato a 190° per circa 1 ora. A 50 minuti di cottura assaggiamo una patata per controllarne la cottura e croccantezza. Aggiustiamo di sale cospargendolo sulla superficie delle patate e aggiungiamo anche delle foglie di rosmarino, meglio fresche ma anche secche va bene. Lasciamo cuocere fino a fine cottura, se vogliamo avviciniamo la teglia alla cima del forno per abbrustolirle meglio!

Serviamo e gustiamole nella loro fantastica croccantezza! Non riuscirete a smettere! Ve lo garantisco!

7 thoughts on “Cena con Amici! Le Patate hanno Segreti?

  1. cribbio quanti segreti ste patate…
    ecco perchè a me vengon sempre uno schifo…

    ps. ho fatto le braciole ieri! son venute meglio del solito!! anche se ho fatto alcuni errorini… ma almeno quella pappetta viscida che usciva e si raggrumava tutta sopra non l’ho fatta!!

  2. Pingback: Gastronomia Molecolare « Marito alla Parmigiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...