Lemon Tart


Una delle mie fortune è avere tanti amici che si sottopongono ai miei esperimenti culinari! In un certo senso il problema più grande dell’essere un food blogger è il fatto che qualche volta non sai a chi far mangiare tutto quello che si cucina! Quindi un incontro settimanale con i miei amici mi permette di sbizzarrirmi nelle maniere più incredibili!

Il dolce di oggi è uno di quelli che io temo: buonissimo con un’altissima percentuale di fallimento se preso sottogamba! Però ho fatto il bravo scolaretto e ho seguito la ricetta alla perfezione!

Il dolce si chiamerebbe “torta al limone” ma quando si legge si pensa al classico pan di spagna, aromatizzato al nostro caro agrume e magari con una crema pasticcera fatta alla stessa maniera. Beh questo dolce è totalmente diverso! E’ come una tartina, come una frolla con crema, però solida!

Ve lo dico subito: questo dolce è, nella sua semplicità, uno dei cibi più buoni che abbia mai mangiato!

E’ un pò il principio di cottura dei creme caramel: zucchero, uova e latte che vengono cotti delicatamente fino a solidificazione! Fino ai recenti ritrovati tecnologici c’era un metodo “infallibile” per capire il grado di preparazione di questo dolce: il WOBBLE TEST! Il test di “budinamento” prevede che, al termine della preparazione, una volta freddata la torta, il cuoco muova la torta e controlli quanto si muove il ripieno! Un movimento leggero…..appunto budinoso….indica che è una torta perfettamente cotta! Fortunatamente qualche chef si è disturbato di capire come funziona questa torta, cucinandola alla nausea fino a comprenderla pienamente: Al termine della cottura il ripieno deve raggiungere i 70°, misurati con un termometro per cibi. In tale maniera si è sicuri al 100% che la torta sia solida a sufficienza! Cotta meno non rimarrebbe solida, cotta di più sarebbe un filo più pesante e più dura!

Vi volete cimentare con me?

Soffice e con un aroma di limone assolutamente unico! Una scoperta splendida!

Soffice e con un aroma di limone assolutamente unico! Una scoperta splendida!

Ingredienti per 10 porzioni:

  • 192 g di tuorlo d’uovo (circa 9 tuorli)
  • 240 g di albumi d’uovo (circa 7 albumi)
  • 250 g di panna fresca
  • 325 g di zucchero semolato
  • 200 ml di succo di limone
  • scorza di 4 limoni
  • base di pasta frolla

Ok lo so, la pasta frolla è facilissima, ma io ho un conto in sospeso con il mio mattarello che mi impedisce di lavorare la pasta frolla come si deve. Cominciamo proprio dalla pasta frolla con qualche trucchetto che ci può essere davvero utile per preparare il tutto. Stendiamo la pasta frolla su una tortiera per crostata da 28 cm sulla sua carta forno ripiegando l’eccesso di pasta all’esterno della tortiera. La modelliamo per bene sulla tortiera e la bucherelliamo fittamente con una forchetta. Prendiamo altra carta forno e la accartocciamo per alcune volte fino ad averla facilmente malleabile, la stendiamo sulla pasta frolla e riempiamo la tortiera con fagioli. E’ utilissimo tenere dei fagioli secchi, magari vecchi, appositamente per queste preparazioni!

Lemon Tart 2Lemon Tart 3Lemon Tart 4

I fagioli aiutano la frolla a non gonfiarsi con il loro peso, la frolla ripiegata all’esterno aiuta a non far restringere in cottura i bordi, mantenendoli distesi!

Preriscaldiamo il forno a 180° e vi cuociamo la frolla per 30 minuti.

Lemon Tart 6Lemon Tart 7

Ora prepariamo la crema. Tagliamo i limoni a metà e li spremiamo per bene. Una volta spremuti 200 ml li filtriamo e li teniamo da parte. Con un pelapatate sbucciamo la scorza dei limoni e la mettiamo da parte. Sgusciamo le uova in una grande ciotola e separiamo gli albumi dai tuorli per poterli pesare. Una volta pesato anche lo zucchero uniamo tutti gli ingredienti in una grande ciotola in vetro (scorze di limone, panna, albumi e tuorli, succo di limone, zucchero) e mescoliamo con una frusta senza però montarle. Prendiamo una pentola e vi facciamo bollire dell’acqua. Quando bolle spegniamo il fornello o lo teniamo molto basso cuocendo la crema a bagnomaria nella ciotola in vetro. Mescoliamo a lungo la crema controllando con il termometro digitale che arrivi a 62°. A quel punto filtriamo il tutto e lo mettiamo in una caraffa. Il composto è di circa 1 lt.

Lemon Tart 8Lemon Tart 9Lemon Tart 10

La frolla ora dovrebbe aver finito di cuocere. La togliamo dal forno e togliamo i fagioli nella loro carta forno. Facciamo tostare la frolla in forno per ulteriori 10 minuti per far terminare di cuocere il fondo. Al termine della tostatura diminuiamo la temperatura del forno a 120°, apriamo il forno e leviamo la frolla per metà dal forno in maniera che poggi ancora saldamente alla gratella. Versiamo lentamente con la caraffa tutto il ripieno fino all’orlo e cuociamo la torta per 25 minuti.

Al termine della cottura controlliamo la temperatura del ripieno per verificare che raggiunga i 70°. Se li raggiunge allora è pronta! Facciamo raffreddare nel forno aperto per un’ora circa. Tagliamo la pasta frolla in eccesso e poi la sformiamo con cautela aiutandoci con la carta forno. In questo aiutano tantissimo le tortiere con il fondo rimovibile, che purtroppo io non ho!

Lemon Tart 11

La torta può essere servita di frigo o a temperatura ambiente, è freschissima e deliziosa! Dobbiamo essere molto delicati quando tagliamo la fetta poichè è davvero delicatissima!

Ma quanto è buona!

QUANTO MI COSTA? Grazie alle numerose porzioni che possiamo ricavare da questo dolce il costo è piuttosto basso: solo € 0.55 per persona! Ci credereste?

14 thoughts on “Lemon Tart

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...