Minestra agli Asparagi


E’ sempre un buon momento per una minestra!

Le prime settimane di prirmavera portano in Sardegna una verdura assolutamente unica: gli asparagi! Tutti noi ne conosciamo la forma ed il colore: fusti alti circa 20 cm grossi come un dito mignolo, verde brillante e dal sapore delicato! In Sardegna questo tipo di asparagi costa un occhio della testa e non sono molto apprezzati.

Noi abbiamo ancora grandi distese di campagne piuttosto selvatiche dove si trovano tantissimi asparagi selvatici! Grossi poco più di un filo elettrico, più legnosi, di un verde scuro quasi minaccioso! Il loro sapore è intenso e penetrante, quasi difficile da domare! Noi li adoriamo alla follia proprio per il loro essere senza compromessi, come siamo noi sardi nell’animo!

Anche per questa cocciutaggine proprio oggi ho voluto provare un piatto che avesse gli asparagi coltivati. Un piatto con delle verdure che il mio popolo bistratta da sempre! La ricetta l’ho presa da una scatola di pastina per minestra della Barilla e devo dire che non è per nulla male! Potrei perfino dire di essermri leccato i baffi!

minestra agli asparagi

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 200 g asparagi
  • 2 patate piccole
  • 50 ml panna fresca
  • 1 scalogno
  • 200 g di midolline Barilla (ma qualunque pasta va bene)
  • olio extravergine di oliva
  • 1 lt brodo vegetale (io l’ho fatto col dado granulare)
  • menta tritata fresca o essiccata
  • pepe nero
  • noce moscata

Peliamo le patate e le tagliamo a piccoli cubetti. Sciacquiamo gli asparagi e ne tagliamo 4 cm di punta. Esaminiamo il resto del gambo degli asparagi tagliando via la parte più legnosa e facendo a piccolissime rondelle il resto. Tritiamo la cipolla.

In una casseruola portiamo il brodo a bollore e vi facciamo lessare per 6 minuti le punte degli asparagi, passati i sei minuti scoliamo e mettiamo da parte.

In padella facciamo rosolare le cipolle in qualche cucchiaio di olio di oliva, quando imbiondiscono lievemente aggiungiamo le rondelle di asparagi ed i cubetti di patate. Li facciamo soffriggere per circa 5 minuti a fuoco vivace poi li aggiungiamo al brodo e facciamo bollire per circa 20 minuti il tutto.

Passati i 20 minuti passiamo tutto al mixer fino a rendere il tutto una crema. Aggiungiamo la panna (fresca è sempre la scelta migliore!), mescoliamo bene. Ora assaggiamo ed aggiustiamo di sale. Quando torna a bollire aggiungiamo le midolline (la minestra) e facciamo cuocere per il tempo indicato nella scatola.

Aggiungiamo menta, pepe nero macinato fresco ed una grattata di noce moscata. Serviamo in una ciotolina con delle punte di asparagi ed un filo di olio di oliva a crudo!

Il sapore vellutato è fantastico e l’asparago è delicatissimo senza perdere la sua personalità! Si può fare anche con gli asparagi selvatici ma, personalmente, ridurrei di metà la loro quantità! Se volete un tocco golosissimo aggiungete un poco di parmigiano grattugiato sul fondo della ciotola prima di riempirla! Se vi piace il formaggio non vi deluderà!

Buon Appetito!

QUANTO MI COSTA? Sfortunatamente gli asparagi che ho trovato io costavano un occhio della testa quindi il costo per porzione è addirittura di € 1.30! Se li trovate a buon prezzo però comprateli perchè ne vale davvero la pena!

8 thoughts on “Minestra agli Asparagi

  1. Ascolta me, falla con gli asparagi che trovi in campagna. Non sai come ti invidio.
    L’avrei mangiata volentieri anche questa minestrina, sono ammalata o in convalescenza, ancora non l’ho capito nemmeno io 😆

  2. Io ho una grande fortuna: un padre che adoro andar per boschi e campi e anche qui, in Toscana, gli asparagi si trovano con facilità se si sa dove cercarli (attenzione alle vipere di questi tempi, anche se il caldo ancora stenta ad arrivare!).
    Proprio questa mattina mio padre me ne ha regalato un mazzo (meglio di un mazzo di fiori) di circa mezzo chilo!!! A me piace lessarli e gustarli semplicemente con limone olio sale e pepe, ma spesso, come oggi, li utilizzo anche per il risotto o per la frittata. La tua ricetta mi intriga molto e, casomai me ne arrivasse ancora un mazzo, saprò come utilizzarli!

    • Qui in Sardegna abbiamo pochissime vipere, ce la caviamo quindi a buon mercato!
      Noi li si mangia di solito con gli spaghetti in una sorta di Carbonara alle punte di asparago!
      Qualche chef di livello fa il cosciotto di agnello ripieno di asparagi selvatici!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...