Organizzare un Buffet!


Ecco! Questo è un bell’argomento per tutti coloro che vogliono cimentarsi in cucina o vogliono organizzare delle feste!

L’arte del buffet è davvero complicata e, sebbene molto ostica da imparare, può dare davvero un sacco di soddisfazioni!

Scrivo quest’articolo perchè, come sa chi frequenta questo blog, ho organizzato una parte del buffet di compleanno del mio nipotino! Inutile dire che è avanzata una miliardata di roba! Memore del problema ho cercato di raccogliere il maggior numero di informazioni su come organizzare un buffet in maniera che si possa avere un’idea più o meno fissa su come agire in tutte le occasioni!

Avendoci lavorato per sette anni mi permetto di omaggiare il ForteVillage per i suoi splendidi buffet e per le persone meravigliose che li preparano!

Avendoci lavorato per sette anni mi permetto di omaggiare il ForteVillage per i suoi splendidi buffet e per le persone meravigliose che li preparano!

Incominciamo a dire che le tipologie di buffet sono prevalentemente 3:

  1. BUFFET DA FESTA: dalle 3 alle 5 ore di buffet i nostri invitati mangeranno salato e dolce a profusione senza soluzione di continuità saltando da una pietanza all’altra.
  2. BUFFET DA APERITIVO: una o al massimo due ore di buffet totalmente salato e, poichè presuppone un pasto successivo, si tratterà di assaggi.
  3. BUFFET DA PASTO: misto caldo freddo dovrà durare dalle 2 alle 4 ore ma, a differenza di quello da festa, dovrà contenere antipasto, primo, secondo, contorno, frutta e dolce!

Benchè in linea di massima ci possiamo aspettare tutto questo, il dubbio maggiore è capire quanto diavolo bisogna cucinare! Creare un buffet è ostico e non è un caso che vi siano molte compagnie di catering che se ne occupano in maniera professionale. Cucinare molte varietà di stuzzichini e dolci, presentarli freschi/caldi e perfetti, preparando tutto in casa è davvero molto difficile se non si ha un pò di esperienza. Per aiutarci in questo serve di certo avere una buona idea sul da farsi!

Naturalmente io non sono un professionista e le mie informazioni sono prese da chi lo fa per mestiere. Spero possano dare quello spunto utile a darci una mano ed a dare un tocco personale alle nostre feste! Spero, qualora qualche cuoco professionista o particolarmente pratico voglia intervenire, di poter editare questo post man mano che possono aggiungersi informazioni interessanti ed utili, in maniera da offrire in un luogo solo una sorta di vademecum del buffet.

Piccola premessa che si adatta a tutti i buffet: non si deve mai pensare che TUTTI mangino una pietanza, salvo che sia una torta che gli ospiti sono “obbligati” a mangiare. E’ meglio quindi organizzare più pietanze per una quantità sensibilmente più bassa di persone. La varietà dà inoltre un senso di “ricchezza” del buffet che renderà piacevole il tutto anche all’occhio.

Partiamo dal Buffet da Aperitivo. DEVE essere ristretto, una specie di chiave che allarghi lo stomaco preparandolo al successivo pasto e che si deve abbinare a delle bevande come bitter, crodino, spumanti. E’ sempre meglio farlo salato, difficilmente le persone avranno voglia di mangiare bignè a mezzogiorno o alle sette della sera, subito prima di un risotto allo zafferano o spaghetti alle cozze! Idealmente dobbiamo calcolare un totale di 3/4 pezzi a persona, offrendo una discreta varietà. Se abbiamo un’aperitivo per 20 persone calcoleremo circa 80 pezzi da dividere a nostro piacimento in tartine, pizzette, olive e formaggi. Non vi preoccupate che tutti possano mangiare di una cosa. Meglio offrire più colori e sapori.

Buffet da Festa. Questo è più tosto poichè coinvolge sia il salato che il dolce. La linea dei ristoranti, di solito, è un calcolo approssimativo di 150 g per persona di pietanze salate e 100 g per persona di pietanze dolci. Per 20 persone organizzeremmo quindi 3 kg di preparazioni salate e 2 kg di preparazioni dolci! Anche qui è sempre preferibile cucinare la metà o i 2/3 dei pezzi rispetto agli invitati per pietanza in maniera da mostrarne di più con più varietà.  Per dare un’idea un mini tramezzino o un mignon possono pesare tra i 20 ed i 30 grammi per pezzo.

Buffet da Pasto. Questo è da un lato il più impegnativo perchè vi sono anche pietanze calde, dall’altro più abbordabile perchè possiamo cucinare piatti che gli ospiti possono versarsi in porzioni da soli. Qui dobbiamo andarci molto cauti. Se pensiamo ad un pasto normale di una persona includeremmo: 50/100 g di antipasto, 150 g di primo, 250 g di secondo, 50 g di contorno, 100 g di dolce e frutta a piacere. In totale un buon pasto pesa circa 650 g per persona e stiamo andando larghini. In questa maniera includiamo anche i mangioni insieme a quelli più frugali. Come sempre meglio fare più piatti per ogni fase del pasto: i primi cucinati per 20 persone dovrebbero pesare circa 3 kg, possiamo però farne 3 da 1 kg cadauno in maniera da offrire tanti piccoli assaggi.

Sembra facile detto così ma, fino a che non abbiamo preso un pò di pratica (che a me manca in maniera cronica) è difficile sapere le quantità di ogni singola pietanza che cucineremo! Mentre pasta e secondi sono relativamente facili da quantificare, antipasti e dolci sono molto più ostici! Ci sarà quindi sempre da rimboccarsi le maniche per fare tutto nella migliore maniera possibile!

Ci sono sicuramente degli attrezzi necessari per organizzare buffet belli ed efficaci. Si comincia dai vassoi: tra vassoi in plastica ed ampie pirofile è facile crearsi una scorta adatta a tutti i tipi di piatti ad un prezzo piuttosto abbordabile. Un altro strumento che secondo me è necessario è un frigo a pozzetto! Spesso e volentieri cucinare per tante persone implica il dover fare un pò di cose in anticipo e congelarle prima o dopo la cottura. A volte occorre congelarle “in pezzi” ed assemblarle solo una manciata di ore prima dell’evento! Una buona organizzazione ed un menù in cui siamo pratici è sicuramente un buon punto di partenza! Inutile dire che per persone che, come me, hanno attrezzatura molto casalinga, è tutto molto difficile per via degli spazi esigui. E’ quindi necessario avere una pianificazione il più possibile meticolosa e rispettosa dei tempi.

Buon buffet a tutti!!

5 thoughts on “Organizzare un Buffet!

  1. Avete ragione ,sembra cosi facile organizzare un buffet ma non lo è, penso che ci vuole molta esperienza e pratica per quel mestiere .Quando si vede tutte quelle belle cose sul tavolo sembra che non si ha voluto niente in farlo ma il lavoro c’è. Ottimo post

    • Organizzare un buffet non è difficile in sé. E’ difficile per farlo oltre 10 persone, avendo tutto il più fresco e fragrante possibile!
      E poi siamo talmente abituati a comprare tutto già fatto che abbiamo perso la pratica! Solitamente quando cuciniamo per tante persone ne facciamo ALMENO il doppio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...