Il Cibo di Strada di Roma e non Solo


Sfido chiunque a non avere una vera e spesso malsana adorazione per il cibo da strada della propria regione!

In Sardegna abbiamo i Cagliaritanissimi chioschi di panini fatti sul momento con i più svariati ingredienti cotti sulla piastra al momento, abbiamo i Ricciai, venditori di ricci, tagliati a metà appena pescati oppure privati della polpa e conservati in piccoli barattoli. Tanti paesi hanno i loro cibi e c’è solo l’imbarazzo della scelta per bontà!

Devo dare un mio personalissimo GRAZIE ai produttori della trasmissione Unti e Bisunti che sta andando in onda su DMAX in questo periodo: lo Chef Rubini (soprannome da strada RUBIO…sempre che gli sfidati di turno non lo storpino nelle maniere più assurde) va alla ricerca dei più gustosi, ed unti, cibi da strada della tradizione italiana fino a trovare uno chef da sfidare sul suo piatto forte!

La trasmissione è spassosissima ed il cibo è assolutamente spettacolare!

Perchè li ringrazio? Perchè in una televisione oberata di super chef che controllano la riuscita dei piatti fino allo spasimo, la cucina casalinga, fatta di sapori e profumi di gran lunga meno elaborati, ne esce quasi sconfitta, sbocconcellata come del cibo nelle grinfie di voraci pesci. Unti e Bisunti dà nuovo lustro, senza volere innalzare tutto a cucina ideale del mondo, alle ricette tradizionali. Quelle ricette fantasticamente buone fatte con rimasugli del giorno prima, perchè in casa non si spreca nulla, con i tagli di carne più poveri, con il pesce meno costoso! Quei piatti che ti riempiono di felicità e colesterolo, quei piatti che dopo mangiato ti tocca dormire nel primo giaciglio improvvisato mentre la pancia ti succhia tutte le energie per la digestione!

E per una volta un liberatorio VAFFANCULO all’alta cucina l’ho gridato! Il cibo è un’esperienza fantastica anche per questo: sia una trattoria di quart’ordine con lo stufato più buono mai mangiato, sia il ristorante con quattromila stelle michelin, lasciano sempre qualcosa di speciale.

Grazie allo Chef Rubio (guardatevi la trasmissione, fa davvero scompisciare!) ho ripreso una ricetta che oramai decenni fa mia madre faceva per riciclare la pasta avanzata: la FRITTATA DI PASTA! La ricetta l’ho presa da Giallo Zafferano anche se alcune dosi le ho trovate un pò sballate. PS w Sonia Peronaci!

Frittata di Pasta

Ingredienti per 8 persone:

  • 5 uova intere medie
  • 150 g pecorino
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 200 g pancetta dolce (o affumicata secondo gusto)
  • pepe nero macinato fresco a piacere
  • 200 g spaghetti
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 150 g provolone
  • 3 foglie di basilico grandi

Teniamo presente una cosa: la regola della frittata di pasta è solo di avere 1 uovo ogni 40 g di pasta, formaggio per salare, una pasta da fare a frittata aromatizzata a piacere ma che non abbia condimento liquido. Questo perchè gli ingredienti che ho usato sono esemplificativi ma nulla ci vieta di usare gli Spaghetti all’ Amatriciana del giorno prima, o con i frutti di mare, insomma, basta che non ci sia un condimento liquido che impedirebbe alla frittata di rassodarsi a dovere!

Prepariamo tutto! Mettiamo a bollire l’acqua per la pasta: come sempre 1 lt di acqua e 10 g di sale ogni 100 g di pasta! Quando bolle aggiungiamo gli spaghetti e li facciamo cuocere bene. Meglio non troppo al dente. Da parte in una padella ho fatto insaporire alcuni cucchiai di olio extravergine di oliva con uno spicchio di aglio in camicia fino a doratura.

Una volta cotti gli spaghetti li scoliamo e saltiamo in padella con l’olio all’aglio. Mettiamo da parte.

In una ampia ciotola mischiamo le uova, sale, pepe, pecorino, pancetta tagliata a piccoli cubetti, il provolone tagliati a cubetti non troppo piccoli. Tagliamo anche il basilico a pezzettini con le mani o con un coltello in ceramica (la ceramica è molto adatta a tagliare le verdure perchè non fa ossidare i vegetali! Mica male no?).

Ora che è tutto pronto prepariamo una padella da circa 26 cm, la bagniamo con dell’olio extra vergine di oliva e vi spargiamo accuratamente la pasta. La facciamo soffriggere per circa 4 minuti fino a farla diventare lievemente croccante sul fondo. Ora aggiungiamo il composto di uova, pancetta e formaggio spargendolo accuratamente sulla pasta.

copriamo la frittata e facciamo cuocere a fuoco dolce per circa 10 minuti. Prepariamo un bel piatto larghissimo per poter capovolgere la pasta quando sarà pronta. Ci accorgiamo della pasta quasi pronta per essere girata poichè le uova sono fondamentalmente cotte ed il formaggio è ben sciolto. Usiamo una spatola per assicurarci che la frittata sia staccata dal fondo della padella (antiaderente mi raccomando) e poi capovolgiamo sul piatto. Rimettiamo la frittata di pasta in padella stavolta dal lato del formaggio e facciamo cuocere altri 4 minuti.

Frittata di Pasta 2

Quando il tempo di cottura termina, sempre con l’aiuto della spatola, spostiamo la frittata con delicatezza su un piatto.

Fantastica calda è grandissima da fredda! Praticamente perfetta per un pic-nic la possiamo fare a fette e gustare alla grandissima! La cosa migliore? Il riciclo!

A dispetto dei miei dubbi la trovo davvero fantasticissima!

L’ho portata dai miei amici e non solo han fatto il bis ma se la sono voluta tenere per il giorno dopo!

Che dite, ne varrà la pena?

QUANTO MI COSTA? Il costo della ricetta è praticamente solo il formaggio! Però tutta la frittata costa poco meno di € 8.00! Davvero interessante! 

6 thoughts on “Il Cibo di Strada di Roma e non Solo

  1. Quella ricetta e veramente una bomba calorica, devo fare molta attenzione a non mangiarmela tutta ,quando la preparerò, farò un po’ alla volta, e se non ci riesco dovrei smaltirla facendo un po’ di palestra. Ottima ricetta.

  2. Buongiorno,
    Ti contatto tramite commento perché non ho trovato altro modo per farlo.
    Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano interessanti per i lettori del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

    silvia [at] paperblog.com
    Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
    http://it.paperblog.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...