Mangiare a Londra


Ditemelo voi! Quante volte avete pensato al cibo orribile di Londra? Quanti spot avete visto che Parlano delle schifezze della cucina, dei fish and chips come unica religione, degli espressi peggiori della terra…

Nessuno vi dice però una cosa: Londra è un luogo di una dinamicità talmente spaventosa che tornarci dopo uno o due anni potrebbe mettere in serio pericolo la vostra sanità mentale!

Ovviamente, da appassionato della cucina e del cibo, non posso esimermi da mostrarvi cosa succede in questa città davvero unica nel suo genere!

Posso senza ombra di dubbio dire che qui, in questo freddo, con questo vento, ho bevuto il migliore caffellatte della mia vita! Si si, avete letto benissimo! Tra Londra e l’Italia ci sono un paio di differenze mica da ridere!

IMG_0274

La prima cosa che salta all’occhio è che a Londra i cafè prendono il posto dei bar. Un posto comodo, magari su una poltrona, ci permette di gustare thè, caffè, espresso o cappuccini di ogni sorta con una comodità disarmante. Il wifi gratuito è la norma e la scelta di pasticceria tipica inglese è interessantissima. Non vi piace il dolce? Nessuna paura! Sandwich e succhi di frutta abbondano negli scaffali. Costa tutto un rene, non lo nego, ma la qualità e la comodità è davvero notevole.

IMG_0273 IMG_0276 IMG_0275

La seconda cosa che salta all’occhio è…l’italianità! Si, sembra assurdo, a Londra lo stile italiano, la cura per gli ingredienti e la loro scelta è maniacale! Fare le cose in stile italiano non solo paga in termini di “moda” ma paga anche in termini di sapori! Entrare in un cafè londinese significa ordinare un cappuccino, un mocha (che dovrebbe essere un caffellatte….suppongo), espresso, caffellatte, latte…..tutto in italiano! L’accento inglese delle richieste non vi tragga in inganno: tutti i cafè ruotano attorno a nomi e modi di servire italiani! Perfino i ragazzi e le ragazze al banco hanno spesso ruoli come “Barista” o “Barista Maestro”!

IMG_0294 IMG_0279 IMG_0272 IMG_0270

Ma cosa vuol dire tutto ciò? A mio parere tutto ruota attorno alla capacità e voglia di spendere. In Italia c’è l’ossessione del risparmio ed un caffè o un caffellatte ha un costo standard in qualunque bar e solo quelli in posizioni davvero speciali, tipo in piazza San Marco a Venezia, hanno costi esorbitanti. Dei mille bar in Italia solo una minima percentuale cerca sempre di trovare nuovi sapori, nuovi aromi. A Londra questa ricerca è all’ordine del giorno!

Inoltre, come se non bastasse, i cafè sono organizzati in catene, quindi se voi in Italia trovate l’espresso più buono del mondo “da Mariuccia”, a Londra lo potreste trovare in una catena di cafè come Costa Coffee, che però ha standard identici in tutto il Regno Unito! Entrare in un Costa Coffee significa SAPERE cosa ti serviranno ancora prima di ordinare! Sebbene Mariuccia sia fantastica, non la troverete da altra parte che nel suo bar!

Ed ecco che mi trovo a Londra a tessere le lodi per i Costa Coffee! Un Caffellatte (la maiuscola è davvero d’obbligo) da urlo! Un sapore caramellato e tostato che crea dipendenza che esce da quella meravigliosa invenzione italiana che è la macchina per l’espresso. Un concentrato di sapori spettacolare e, grazie alla natura di un latte meno pesante di quello nostrano, una leggerezza incredibile! E poi vogliamo parlare degli spettacolari Muffin inglesi? Diversi dalle nostre “paste” sono davvero unici quando si parla di sapore e di ricette. Il mio muffin di oggi è con ripieno di caramello salato e salsa al mou sopra! Una delizia da strapparsi i capelli!

IMG_0275 IMG_0276

Non è che l’Italia si sta cullando sopra l’illusione di essere la migliore sempre e comunque? Gli altri di certo non stanno a guardare…

Il vostro neo londinese Marito alla Parmigiana

10 thoughts on “Mangiare a Londra

  1. Io l’ho provata sulla pelle la cucina londinese: dopo la quarta corsa al cesso … ho capito che l’unica cosa che non mi faceva stare male erano i dolci. E sono campata di muffins … ma una volta tornata a casa ho scoperto di essere dimagrita per la prima volta in vita mia. E non c’è niente di bello in questo, se pesi 45 chili ! =(

    • I cattivi ristoranti sono dovunque ed a Londra ci sono moooooooooolti ristoranti….anche non esattamente fantastici! (ma sapessi quanti ristoranti mi hanno fatto andare al cesso in Italia te ne meraviglieresti…)

      • Beh, io avevo 18 e ho mangiato solo in un ristorante – indiano – che è stato l’unico a regalarmi solo incubi notturni, senza espulsione di materia. Per il resto tutto ciò che stava sotto i 10 euro a parto mi ha fatto vomitare come l’esorcista. Tutto tranne i muffins, il cheesecake e la torta al rabarbaro.
        Diciamo che c’è un motivo se non si parla mai dell’Inghilterra come esempio di buon cucina. Inoltre le pubblicità in metro e in tv non erano di altro che integratori (per la pelle, per gli occhi …) e quando sono andata al supermercato nel reparto ortofrutta (sono vegetariana) ho capito perché: le mele erano grandi come la mia testa e le carote come dei confetti … insomma, non è proprio il paese che fa per me in quanto a cibo !!!

        E forse finirò anche a viverci per un anno o tre, visto che hanno degli ottimi master/phd per le mie oscure materie ! CHE CULO ! =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...